Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 gen – Annata d’oro per gli avvistamenti ufo in Italia nel 2020: e il 2021 non è da meno. Moltissime le segnalazioni che stanno arrivando al call center del Cufom (Centro ufologico mediterraneo), da tutta Italia, ma anche dall’estero. Secondo Il Mattino telefonate arriverebbero quotidianamente da Sardegna, Abruzzo, Molise, Valle d’Aosta, Veneto, Emilia Romagna, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Basilicata. Il Cufom conferma la statistica del Cun (Centro Ufologico Nazionale) sul 2020: sono circa 500 le segnalazioni Ufo italiane, molte delle quali tuttora sotto indagine.

Leggi anche – Entro 180 giorni il Pentagono e la Cia dovranno dire quello che sanno sugli Ufo

Avvistamenti Ufo: in Italia il 6% è “inspiegabile”

Angelo Carannante, ricercatore e presidente del Cun, sostiene che almeno il 6% di questi avvistamenti è del tutto inspiegabile. Il fenomeno interessa tutta l’Italia, nessuna regione è “indenne” . Gli oggetti coprono una vasta gamma di tipologie: la predominanza è degli oggetti sferici ma anche disocoidali, sigariformi, romboidali e via dicendo. La maggior parte degli Ufo avvistati erano bianchi, ma anche altri colori come rosso e arancione, anche con cambi di colore e intensità luminosa.

Leggi anche – “Messaggi spaziali” e Ufo sull’Antartide: la Cia rende pubblico il suo archivio

Quando gli avvistamenti prendono “granchi”

Di solito gli ufo protagonisti degli avvistamenti sono a media quota in Italia. La presenza di sfere in formazione esclude che potessero essere i satelliti Starlink. Sono stati ripresi finanche da aerei o da droni in volo. Nel 94% circa degli ufo files “svelati”, i colpevoli erano satelliti Starlink, il pianeta Venere o altri astri, droni, palloni ad elio et cetera.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta