Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 gen – Questa mattina chi ama farsi una risata con le vignette de Le più belle frasi di Osho si è ritrovato davanti una brutta sorpresa. La pagina Facebook dell’umorista romano, infatti, non è più raggiungibile.



“Osho” sparito da Facebook

Su Twitter Le frasi di Osho è ancora attivo e non ci sono dichiarazioni a riguardo. Mentre, su Facebook, la pagina non risulta essere più attiva. La pagina contava più di un milione di follower ed era seguitissima, tanto che nella celebre “disfida” social Federico Palmaroli, la “mente” dietro Osho, le aveva ampiamente suonate al giornalista – influencer Andrea Scanzi.

Così seguito da vincere a mani basse contro Scanzi

Scanzi, l’autodefinita “rockstar del giornalismo italiano” aveva sferrato un attacco gratuito nei confronti di Palmaroli. Accusò l’ideatore delle frasi di Osho di essere un “fasho”, o meglio di essere di destra e di partecipare ad alcuni incontri elettorali di Fratelli d’Italia. Secondo la teoria di Scanzi se fai satira e ti schieri per una lista commetti un “errore imperdonabile” e diventi un “cortigiano del potere”.  Palmaroli rispose nel merito smascherando Scanzi:  “Na faticaccia cancella’ tutti i commenti ostili, eh Andrè?”. “Il poraccio è invidioso dei follower reali perché lui se li deve compra’. Il poveraccio mi ha bloccato quindi non posso rispondere sotto al suo post”. A questo punto Scanzi ha scritto un ulteriore post contro “le frasi di Osho”, negando, ma al tempo stesso rivendicando, l’azione censoria: “Non sapevo di averti “bloccato””.

Il successo di Palmaroli

All’epoca i due post su Facebook in cui Scanzi attaccava Osho avevano ottenuto rispettivamente 4 mila e 3 mila mi piace: numeri bassi, considerando i quasi due milioni di mi piace totali della pagina. La risposta di Palmaroli pubblicata sulla pagina “Le più belle frasi di Osho” aveva ottenuto quasi 12 mila mi piace, nonostante la pagina avesse “solo” un milione di follower. Un coinvolgimento degli utenti almeno 5-6 volte superiore a quello di Scanzi.

Spina nel fianco e risate

Il vignettista conferma la sparizione della pagina al Primato Nazionale, ma non ha idea delle ragioni di questo evento, al momento, dato che le sue pubblicazioni hanno sempre rispettato gli standard del social. Autodefinitosi “spina nel fianco” nel suo profilo Twitter, Palmaroli/Osho è uno degli umoristi più genuini (e genuinamente seguiti, con tanto di endorsement di Elisabetta Canalis) d’Italia. Speriamo di rivederlo presto online – noi, comunque, continueremo a seguirlo su Twitter.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. avvertite questo Scanzi che vede “ahhh fashi ahhh” dappertutto che la sua parte poitica è stata appena puntellata da una che faceva il saluto romano….

    ma mi sa che non la chiamerà “Polvherini”…

Commenta