Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 11 gen – Non che avessimo dubbi, ma da quando c’è il coronavirus – e le conseguenti misure draconiane imposte dal governo Conte – Enrico Ruggeri si è dimostrato un pensatore libero. E su Twitter non manca di rendere nota la sua opinione. Anche sul nuovo Dpcm.



Ruggeri: “Un positivo ogni 400 persone ..”

“Giro con la mascherina, mi disinfetto, faccio un tampone alla settimana e lo faccio fare a tutti quelli che lavorano per me” scrive Ruggeri su Twitter. “Ma se mi dicono che una regione deve fermare tutto (socialità, economia, contatti) se c’è UN POSITIVO OGNI 400 PERSONE penso che qualcuno sta impazzendo“, conclude polemicamente.

Black Brain

Il nuovo Dpcm “anti movida”

Il commento arriva sulla nuova stretta “anti-movida” con annesso divieto di spostamento tra regioni anche in zona gialla del prossimo Dpcm, in vigore dal 16 gennaio. L’obiettivo dell’esecutivo giallofucsia sembrerebbe quello di creare le condizioni per ripiombare il Paese in un semi-lockdown. In tal senso è scontata la proroga dello stato di emergenza (fino al 30 aprile, a quanto pare). Altra possibile stretta in arrivo, l’entrata automatica in fascia rossa in base all’incidenza, ossia se si superano i 250 casi settimanali ogni 100 mila abitanti.

“Rinunciamo a vivere per paura di morire”

Non era molto tempo fa quando, ospite da Nicola Porro, Ruggeri dichiarò: “Siamo in una società che non accetta la morte, né invecchiare e morire. L’unico principio sacro e inviolabile è ‘pensa alla salute’. Pensa a Cristoforo Colombo, pensa a quelli che hanno combattuto per una idea: l’hanno fatto perché non pensavano alla salute. E’ chiaro che uno cerca di vivere meglio possibile, di salvaguardarsi, ma muoiono 400-500 persone di cancro al giorno, di problemi cardiovascolari etc. Sorrido se vedo uno con mascherina che magari ha una alimentazione disastrosa, fuma e non si è mai premurato di nulla. Mi hanno minacciato di morte per le mie posizioni, ‘morirai di Covid così capirai’ mi hanno detto. Capisco che c’è un’emergenza, rispetto i protocolli, però mi preme ricordare non possiamo rinunciare a vivere per paura di morire. E’ contro natura”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta