Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 10 dic – Probabilmente Barbara d’Urso avrà pesato le reazioni negative che la sua trasmissione avrà generato dopo aver ospitato Vittorio Feltri e Vittorio Sgarbi “accanitisi” contro Luxuria ed è corsa ai rimedi. Come? Baciando tutti.

Il siparietto trash

Il siparietto trash è andato in onda nel corso della sua trasmissione serale Live – Non è la D’Urso e ha invitato Asia Argento e Vladimir Luxuria in una manovra cerchiobottista viste le polemiche sorte dall’ospitata di Sgarbi e Feltri che non sono certo stati teneri con l’ex parlamentare transgender. Su molti siti a vocazione Lgbt, infatti, la D’Urso veniva accusata di aver “sputato” nel piatto dove mangiava o che comunque le regala molta audience.

Baci a raffica

E per ribadire questo concetto, l’astuta conduttrice ha prima chiesto alla Argento e alla Luxuria di baciarsi tra di loro (scena già vista all’ultimo Gay pride e che ha sancito la definitiva pace tra l’attrice e Luxuria, che la accusò di essersi invetata lo stupro da Weinstein) e poi, su invito di tutte e due, ha replicato il bacio con le ospiti. Giubilo in studio, applausi. Si ode un “Brava Barbara”.“Perché siamo tutti uguali” chiosa la D’Urso. E forse così ha fatto contenti (e fessi) quei gay che la idolatrano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Love is Love ?❤️ #Spettacolinews #noneladurso #loveislove

Un post condiviso da SpettacoliNews (@spettacolinews) in data:

I precedenti meno “gay friendly”

Peccato che quando c‘era da frenare Vittorio Sgarbi e Feltri la D’Urso non sia stata così incisiva:  “La prostituzione [di Luxuria] è dichiarata in una sua intervista ed è stata vista da me non negli anni ’90, ma negli anni ’80. E una sera esco e vedo lei nell’evidente posizione di chi batte”, disse Sgarbi. All’ennesimo “no” dell’ex parlamentare, Sgarbi attaccò: “Non battevi? Non l’hai mai fatto?“. “Una persona come me deve avere il diritto di camminare per strada e non essere scambiata per una prostituta!” ribattè Luxuria. Sgarbi non si fermò affatto: “Non scambiata, tu eri una prostituta! L’hai dichiarato tu, non negare la realtà!”. Non parliamo nemmeno, poi, dello scontro sempre tra Luxuria e Feltri a suon di “frocio” del direttore di Libero. Ma si sa, tutto fa audience.

Ilaria Paoletti

3 Commenti

Commenta