Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 mag – Michele Santoro torna alla ribalta con un’intervista alla Stampa e lo fa per ergere ad eroe Fedez in virtù del suo discorso sul palco del Concertone. Non solo: per criticare la Rai, ovviamente, passa per Berlusconi, il suo acerrimo nemico.



Santoro: “Fedez? Ha posto una domanda giusta”

“Fedez ha posto una domanda alla quale tutti noi dobbiamo dare una risposta: ‘Io posso? Posso dire quello che ho deciso di dire?’ Ha fatto quello che in tutto il mondo fanno artisti, attori, giocatori di basket: contrastare il potere”, dice Santoro. E tanti saluti al contraddittorio (d’altronde è coerente col suo personaggio e coi programmi da lui sempre condotti).

Black Brain

“Rai assoggettata al pensiero unico”

“La sinistra e il Movimento 5 stelle avrebbero dovuto dare risposte a questa domanda ben prima del suo intervento, invece di normalizzare la Rai assoggettandola al pensiero unico” dice ancora Santoro “Oggi non c’è neanche bisogno di esercitare censure perché tutto quello che si produce è già stato pensato per accontentare chi governa il network”.

E torna il vecchio nemico: Berlusconi

“E’ lui che porta avanti la depoliticizzazione del servizio pubblico e impone la logica dei target” dice Santono, accusando la sua nemesi, Silvio Berlusconi. “La prima vittima è stata Raidue, la rete di Annozero, quella che ha lanciato Arbore e Benigni. È diventata una rete, si fa per dire, per giovani, che importa solo format dall’estero con società appena nate”, dice il giornalista, forse con ancora un po’ di rancore per la svolta della sua carriera.

Santoro deluso dai grillini

Mi aspettavo che il Movimento 5 stelle producesse un cambiamento. Invece quando si sono trovati a gestire un potere più grande di loro si sono messi a studiare ma soprattutto si sono piegati alla logica del sistema, non hanno avuto il coraggio di sbagliare” dice Santoro, evidenziando in questo la perfetta parabola politica dei grillini. “Avrebbero potuto sperimentare” insiste il giornalista “invece si sono messi la giacca e la cravatta e hanno fatto come tutti gli altri partiti”. E dire che di esperienza, Santoro, dovrebbe averne: pensava sul serio che i grillini avrebbero fatto la rivoluzione (o che la farà Fedez) ?

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Quale esperienza? Quella maoista di Servire il Popolo con il coraggio scappuma a far soldi che è meglio? Da che pulpito la predica!

  2. cresci,santoro…
    e fatti una vita,sai?
    che ormai berlusconi
    ha da fare in ospedale un giorno si e l’altro pure.

  3. come si dice nel Sussex e in Francia : ” machites’enc……”! ma basta ” stopCialtroni&Ciarlatani!

  4. Fedez sta combattendo una battaglia molto trendy ed in linea con la volontà dei poteri forti globalisti.
    Santoro mi sembra una persona troppo intelligente per pensare davvero che il cantante milanese combatta il pensiero unico dominante(AHAHAHAHA!!!!!!).
    Semplicemente il presentatore sta dando il suo contributo nella cagnara mediatica che si è scatenata pur di far approvare questa legge infame.
    Ma rimane sempre il mio solito interrogativo : non si può cancellare fino alle fondamenta questo dl Zan alla prima occasione utile con il centrodestra al governo ? Alla fine non stiamo parlando delle tavole della legge di biblica memoria,nè dei trattati internazionali capestro sui temi dell’immigrazione che mi dicono siano incancellabili.
    Se poi Lega e company intendono mantenere lo status quo instaurato dalla cosiddetta sinistra con questa( ed altre) leggi,imposte con prepotenza in quest’ultimo decennio di (quasi)completo dominio,lo dicano prima,così mi eviterò lo sforzo di andare a votare….

Commenta