Roma, 10 mar – Dal 1995 Pirelli è il “main sponsor” dell’Inter. Un connubio iconico lungo 25 anni ma che sembra destinato a interrompersi il prossimo anno. Lo stesso Marco Tronchetti Provera, ad di Pirelli, ha confermato l’interruzione del rapporto: “Non saremo più lo sponsor di maglia. Manterremo un legame con i nerazzurri, ci sarà comunque un rapporto con loro”. Quale sarà allora il nuovo sponsor dei nerazzurri? Nessuno ancora lo sa, ma dall’Inghilterra arriva un’indiscrezione decisamente incredibile. Un sito porno potrebbe sostituire Pirelli sulla maglia dell’Inter.



Inter, l’offerta del sito porno Stripchat

A sostenerlo è il quotidiano The Sun che parla di una presunta offerta di Stripchat alla società di Suning. Per sostituire lo storico sponsor sull’uniforme del club meneghino, il sito per adulti avrebbe offerto ben 23 milioni di euro a stagione. Evidentemente consapevole della rottura del rapporto tra Inter e Pirelli, e altrettanto conscio delle forti difficoltà economiche della società, Stripchat si sarebbe fatto avanti mettendo sul piatto un gruzzolo non indifferente. Oltretutto, sempre secondo il Sun, l’offerta sarebbe tra le migliori arrivate alla proprietà nerazzurra.

Stripchat, un sito in continua crescita

Stripchat è un noto sito web per adulti che offre spettacoli gratuiti in streaming in diretta webcam. Lanciato nel 2016, ha registrato una notevole crescita nel 2020 con l’inizio della pandemia. Durante il lockdown della scorsa primavera, le visite al sito sono aumentate del 25% negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Ma anche dopo l’allentamento delle misure restrittive, Stripchat ha continuato a crescere. A novembre 2020 le visite mensili al sito erano più del doppio rispetto a quelle del 2019. Il sito accetta anche criptovalute, tra cui Bitcoin e Litecoin. Secondo Stripchat gli acquisti effettuati con criptovaluta nel 2020 sono aumentati del 400% e all’inizio del 2021 circa il 10% degli utenti chiedeva di poter pagare con “criptomoneta”. Un incremento che dunque consente adesso a Stripchat di avere una potenza economica non indifferente. Chissà se davvero l’Inter accetterà l’offerta.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta