Roma, 28 nov – Il calcio giocato è ormai un contorno dei soldi che fa girare. Non è una novità, come è noto che la Premier League sia il campionato più attraente e florido, in termini strettamente economici. Gli ultimi dati ci dicono inoltre che il Manchester City è il club più ricco al mondo: vale infatti 4,4 miliardi di dollari. Proprio in questi giorni, il gruppo che controlla il club inglese ha ceduto circa il 10% del proprio pacchetto azionario a un fondo di investimento degli Stati Uniti per 450 milioni di dollari. Entra così nel capitale sociale del City Football Group, la Silver Lake, ovvero una private equity che punta a far sviluppare ulteriormente il valore internazionale del gruppo.

Se guardiamo la classifica generale dei club più ricchi al mondo, dopo il City al secondo posto c’è il Paris Saint Germain, seguito dal Bayern Monaco. Poi altre due inglesi: Tottenham e Arsenal. Sesto il Real Madrid, che precede il Barcellona e il Manchester United. Prima italiana e unica nella top ten dei “ricchi” è la Juventus, al nono posto davanti al Chelsea.

Più ricco di alcune nazioni

Se usciamo però dal mondo del calcio e guardiamo all’economia mondiale, scopriamo che il Manchester City è più ricco addirittura di alcune nazioni. Qualche esempio? Il Pil dell’Eritrea ammonta ad oggi a 2,608 miliardi di dollari, quasi la metà del valore del club inglese. Restando in Africa, fa peggio anche lo Swaziland, con un Pil che si attesta sui 4,409 miliardi di dollari. E se ci spostiamo in Europa troviamo piccole repubbliche come San Marino con un Pil pari a 1,659 miliardi di dollari. In pratica il club di Manchester in termini economici è più potente di alcuni Stati sovrani.

Eugenio Palazzini

1 commento

Commenta