Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lo Cicero dichiarazioni omofobeRoma, 20 giu – Basta poco per finire nell’occhio del ciclone del Pd, basta dire, o scrivere, una qualsiasi cosa che possa essere collocata al di fuori del “politically correct”. Non importa quando la si è detta, quando la si è scritta, che risulti anche di nove anni fa, poco conta.
Il caso in questione è quello dell’ex campione di rugby Andrea Lo Cicero, che Virginia Raggi aveva indicato come possibile prossimo assessore allo sport nella giunta pentastellata a Roma.
Ma per l’ex deputata Dem Anna Paola Concia, per Vladimir Luxuria e Fabrizio Marrazzo – portavoce di Gay Center – la proposta è assolutamente fuori questione.

Il tutto è dovuto ad una frase presente nella biografia del rugbista azzurro, pubblicata nel 2007 per Dalai editore, dove Lo Cicero afferma: “Io uso solo il paradenti, non ho altre protezioni, le trovo stupide. Non sarebbe rugby. Devi essere te stesso, senza alcun aiuto. Ci sono molti giocatori, specie quelli più giovani di me, che usano le protezioni per le spalle. Roba da frocetti“.
La Concia ha twittato: ‪#‎robadafrocetti‬ così scrive ‪#‎locicero‬ candidato assessore con ‪#‎raggi‬ “frocetti “romani sveglia!!!! ‪#‎unsindacovero”. Per Marrazzo Andrea Lo Cicero utilizza un linguaggio omofobo e pertanto non potrebbe ricoprire incarichi istituzionali. Luxuria, il cui unico “contributo” alla politica italiana è quello di impiantarsi su faccende marginali e inutili di questo tipo, rilancia e arriva dritta a definire Lo Cicero omofobo.

Sangue di Enea Ritter

Insomma, anche in ambito sportivo, anche in ambito rugbistico, in cui i match non sono certo paragonabili per tranquillità ad una partita a sette e mezzo, si deve seguire un determinato vocabolario. Guai a finir poco fuori dagli schemi, ad utilizzare termini non approvati dalla “crusca” del politicamente corretto. Anche una battuta goliardica può diventare, nel giro di mezza giornata, terreno di scontro e movente di accusa.

Black Brain

Edoardo Martino

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

8 Commenti

  1. E gli è andata ancora bene! Un mio amico, per aver detto nel maggio del ’44 “roba da femminucce”, ieri è stato pestato a sangue da femministe incazzate armate di tacchi a spillo e a seno nudo! E un mio conoscente, per aver detto nel lontano settembre ’32 “roba da bambocci”, la scorsa settimana ha rischiato di essere messo sotto da una colonna di passeggini di neo-mamme che lo hanno poi costretto ad ascoltare per ore discorsi sulle pappine e la conseguente consistenza della popò dei loro pargoli…….

    Se un gay si sente chiamato in causa per il termine “frocetto”, allora è proprio un frocetto ed è lui stesso a considerarsi tale. Se per strada urlano “stupido!” e tu ti giri, sei tu che ti ritieni tale…

  2. Sono talmente stufo del politicamente corretto che voterei seduta stante qualsiasi politico di qualsiasi provenienza ideologica che osasse proferire volutamente frasi non politicamente corrette.
    In questo caso poi offendersi è veramente pretestuoso: dove sarebbe l’offesa? Lo cicero ha usato un paragone di facile presa perché si installa su di un patrimonio di idee condivise circa la virilità dei cosiddetti frocetti: se fosse vissuto in Grecia 2300 anni fa il paragone non avrebbe funzionato visto il diverso valore attribuito all’omosessualità.
    Oltre ad essere froci siete pure viscidi per quanto leccate il culo al potere.

  3. Per dir’ chi comanda? l’infamone di Vladimiro da via stalingrado e l’ altro mostro di passera appasita su cui mai nessun ucello si volle posar.

  4. Forse come assessore allo sport sarà più indicato un filosofo oppure un gran maestro di coreografia digitale moderna oppure il vincitore del grande fratello , l’ importante che di sport non sappia nulla . Mio zio ha aperto una grande pizzeria ma ha scoperto che il pizzaiolo era in realtà un odontecnico allora lo ha messo capo pizzaiolo per limitare i danni , ma alla fine le pizze sapevano di …… Gomma dura

Commenta