Il Primato Nazionale mensile in edicola

tevez-300x200Roma, 4 mag – Archiviata la giornata di campionato con tre vittorie,  Juventus, Napoli e Fiorentina si sono già rimesse a lavoro per  affrontare al meglio le semifinali degli impegni europei che andranno  in scena domani e giovedì.

La Juventus dopo essersi cucita sul petto il quarto titolo consecutivo  sabato dopo l’anticipo con la Sampdoria, si è concessa solo dei sobri  festeggiamenti e ha ripreso nella giornata di ieri gli allenamenti  in vista della sfida con il Real Madrid. Le scelte di mister Allegri, che  dovrà ancora fare a meno del gioiello Pogba che sta cercando di  recuperare per la gara di ritorno, presumibilmente saranno orientate verso il fortunato modulo 4-3-1-2 a discapito del 3-5-2 tanto caro ad Antonio Conte. Se così dovesse essere, a sostegno delle punte ci sarebbe Pereyra con dietro il solido trio di centrocampo Pirlo, Marchisio e Vidal. La coppia d’attacco dovrebbe essere formata da Tevez e da Morata che avrà sicuramente voglia di mettersi in mostra contro la sua ex squadra ma scalpita anche Llorente che potrebbe far pesare la sua maggiore esperienza.

Sul fronte madridista, Carlo Ancelotti sa che l’euforia in casa bianconera potrebbe essere un fattore determinante ed infatti nonostante la vittoria per 3 a 2 sul Siviglia (prossimo avversario dei viola) si è mostrato parecchio scontento per le amnesie difensive mostrate durante il match. Cristiano Ronaldo che dopo un periodo di apparente appannamento ha ritrovato il gol, anzi i gol (tripletta per lui), domani sarà probabilmente schierato a sostegno di Bale falso nueve vista l’assenza di Benzema. Pesa tra le file dei blancos l’assenza di Modric.

La settimana di coppe non offre solo lo spettacolo ed il fascino della Champions. Giovedì, infatti Napoli e Fiorentina avranno il compito di onorare l’Europa League tentando di mettere un piede in una finale ipoteticamente tutta italiana. I partenopei che ieri hanno strapazzato un Milan sempre più in caduta libera, affronteranno il Dnipro, ostica formazione ucraina che ieri ha battuto l’Odessa per 3 a 0 restando in scia per la vittoria del titolo. Il timore che  il Napoli possa cadere nel tranello di sottovalutare l’avversario c’è ma la grande esperienza in campo europeo di Benitez dovrebbe essere la garanzia perché ciò non accada. La speranza è che il discorso possa essere chiuso già giovedì al San Paolo.

Capitolo viola – La Fiorentina che si è rimessa in corsa per un posto europeo con la vittoria sul Cesena anche grazie alle sconfitte di Samp e Genoa, ha sicuramente un impegno più difficile del Napoli. Il Siviglia detentore del trofeo infatti è una squadra molto attrezzata e non deve ingannare il distacco che in campionato accusa dalle prime della classe. La Liga si sa è un campionato per pochi intimi e proprio per questo la formazione andalusa  è certamente un avversario di tutto rispetto come dimostrato ieri nella sfida col Real dove ha comunque saputo recuperare allo svantaggio di due reti.

La prospettiva di portare tre squadre italiane alle finale delle due competizioni europee fa si che questa settimana calcistica sia probabilmente una delle più importanti per l’intero calcio italiano degli ultimi anni in termini di immagine e di ranking. È chiaro che dei tre impegni, la sfida meno agevole sulla carta è quella di domani sera ma la Juventus,se gioca come ha dimostrato di saper fare, non parte affatto battuta nel confronto con i fenomeni del Real.

Alberto Maglio

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta