Roma, 20 gen – Nel Waziristan, una regione montagnosa del nord-ovest del Pakistan, le notizie occidentali non arrivano sempre in modo preciso e puntuale. Ciò non  ha impedito ai più fanatici musulmani locali di mettere in atto, come in altre parti del mondo, una protesta contro le vignette blasfeme pubblicate da Charlie Hebdo. Nella fretta di esprimere lo sdegno per l’atto sacrilego, tuttavia, sono stati fatti un po’ di errori: tanto per cominciare la bandiera data alle fiamme non è quella francese ma quella… italiana (seppur appesa al contrario). Inoltre i due fantocci recano uno l’immagine di Nicolas Sarkozy, al cui posto siede dal 2012 François Hollande, e l’altro dovrebbe forse essere Charb, il direttore di Charlie Hebdo. Ma a occhio e croce è più l’immagine di un tizio qualsiasi…

 

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta