Il Primato Nazionale mensile in edicola

Il prossimo 11 giugno prenderà il via l’Europeo 2020, anche se in realtà si giocherà nel 2021 visto il rinvio a causa del Covid. Per la prima volta nella storia questa competizione non avrà una sede fissa, ma le partite si giocheranno praticamente in tutta Europa, tra cui anche Roma. Questo è sicuramente l’evento calcistico più importante dell’anno e la nazionale italiana punta a presentarsi in grande forma e provare ad ottenere il miglio risultato possibile. Ma può vincere? Su chi punta quest’anno il tecnico Mancini e qual è lo stato di forma dei giocatori? Nei prossimi paragrafi provvederemo a rispondere a tutte queste domande sulla nazionale azzurra allenata da Roberto Mancini.

Su chi punta il commissario tecnico?

Iniziamo dai giocatori italiani che prenderanno sicuramente parte alla competizione a meno di brutte sorprese dell’ultimo minuto. Tra quest’ultimi, purtroppo, quasi sicuramente non ci sarà Nicolò Zaniolo fermo da alcuni mesi per un infortunio. Nonostante questa assenza, però, non manca la qualità e tra tutti spicca Lorenzo Insigne, capitano del Napoli e autore di una straordinaria stagione con i partenopei e trascinatore dell’Italia nelle ultime gare. Sarà lui a guida il tridente al cui centro ci sarà uno tra Ciro Immobile e Andrea Belotti, due bomber di razza. In porta Mancini dorme sicuri visto che tra i pali c’è Gigio Donnarumma, il giovanissimo portiere del Milan che è sicuramente tra i migliori estremi difensori al mondo. A centrocampo, invece, c’è un mix di gioventù, forza e qualità con Jorginho, Verratti, Pellegrini e Barella.

Per quanto riguarda la difesa, il tecnico di Jesolo punta su solidità ed esperienza con Bonucci, Chiellini, Acerbi e Romagnoli.

Italia in pole per la vittoria?

Abbiamo quindi visto quali sono i giocatori su cui punta con decisione la nazionale e che potrebbero sicuramente fare la differenza in Euro 2021. Ma questo permette all’Italia di essere tra le principali nazionali candidate alla vittoria? Probabilmente no e ti spieghiamo subito il perché. Prima di tutto è necessario sottolineare che per vincere una competizione importante come l’Europe è necessario un mix tra fortuna, forma fisica e determinazione. Purtroppo, la sola qualità sulla carta non basta e quindi per pronosticare il vincitore sarà necessario anche avere un certo intuito. I bookmakers specializzati nel calcio stanno preparando quote e bonus speciali per questo evento e inizieremo a vedere anche secondo loro quali sono i favoriti.

Sicuramente in cima alla lista troveremo Belgio e Francia. I primi, dopo anni in cui erano considerati la possibile sorpresa del torneo, hanno raggiunto una certa maturità e possono contare su giocatori del calibro di De Bruyne, Courtois, Mertens, Lukaku e Hazard. Tutti giocatori capaci di cambiare le sorti di una gara con una giocata. Stesso discorso anche per la Francia campione del Mondo. Mbappé, Pogba, Griezmann sono sicuramente tra i giocatori più forti al mondo e quindi è davvero impossibile non puntare sul fatto che i transalpini possano arrivare alla fine del torneo. A seguire, poi, ci sono sempre le grandi d’Europa, come la Spagna, l’Inghilterra, la Germania e sicuramente anche l’Italia.

Queste, però, partono un gradino sotto rispetto alle prime due squadre di cui vi abbiamo parlato. L’Italia, comunque, è intenzionata a non sfigurare e far valere il suo peso in questo Europeo cercando di far dimenticare le recenti prestazioni nei tornei internazionali. L’ultima partecipazione ad un Europeo, ad esempio, non fu certo fortunata, visto che furono eliminati ai rigori agli ottavi di finale dalla Germania. In quel caso ricordare bene gli errori di Zaza e Pellè. A far propendere, però, per un buon risultato, ci sono anche i numeri con 24 risultati utili consecutivi, di cui 19 vittorie.

Lo stato di forma

Questo è probabilmente uno dei punti più importanti quando si parla di eventi, come Euro 2021, che si svolgono in poche settimane e in cui ci sono partite praticamente ogni tre o quattro giorni. Un giocatore, infatti, seppur fortissimi, qualora arrivasse troppo scarico rischierebbe di non dare il necessario contributo.

Per quanto riguarda gli azzurri, è ancora troppo presto per capire quale sarà il reale stato di forma. Al momento, però, possiamo dire che Ciro Immobile sta continuando a suon di gola dimostrare il suo effettivo valore. Come detto anche all’inizio, poi, Lorenzo Insigne è ormai giunto ad una certa maturità calcistica ed ora è alla ricerca della consacrazione che lo potrebbe portare ad essere uno dei migliori giocatori italiani degli ultimi anni ed Euro 2021 potrebbe sicuramente essere la vetrina giusta. Anche dal loro stato di forma a Giugno, quindi, dipenderanno le effettive possibilità e le sorti dell’Italia ai prossimi Europei. 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta