pestaggio1Savona, 13 ott – Un uomo, in compagnia di moglie e figli, viene quasi investito da un’auto. Scatta, com’è naturale, un “vaffa” all’indirizzo del conducente, che però stavolta inchioda, scende e massacra di botte l’uomo, mandandolo in coma.

È successo a Varazze (Savona). L’aggressore è un 23enne albanese, ora sottoposto a fermo. La vittima è invece Riccardo Cinco, 44 anni, ora in prognosi riservata al Santa Corona di Pietra Ligure. Il 23enne si è costituito in questura dopo essere stato ricercato per un giorno e mezzo dalla squadra mobile di Savona. Prima di parlare con il fratello e poi col legale il giovane aveva vagato tra Savona e Genova.

Il magistrato che lo interrogato per tre ore gli contesta il reato di lesioni gravissime. Il pm ha disposto lo stato di fermo valutando anche un ipotetico pericolo di fuga. L’aggressore era stato identificato dalla polizia grazie ad alcuni testimoni che si erano annotati i numeri di targa della sua Mercedes.

Nel frattempo Riccardo Cinco, 44 anni, è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dove ieri era stato anche sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Giuliano Lebelli

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta