Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 28 mag – Dal 3 giugno vaccino anti-Covid a disposizione di tutta la popolazione con età superiore ai 16 anni, senza più dover rispettare il criterio delle fasce di età. È quanto annuncerà una circolare della struttura commissariale per l’emergenza del generale Francesco Figliuolo, non ancora diffusa. 



Figliuolo: “Dal 3 giugno vaccino per tutte le classi, usando anche hub aziendali”

Il commissario Figliuolo durante una visita in Umbria ha spiegato appunto che “dal 3 giugno si darà possibilità a tutte le regioni e province di aprire a tutte le classi seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione, anche quelli aziendali“. Le dosi a disposizione, spiega Figliuolo, saranno 20 milioni e secondo le sue previsioni entro settembre sarà vaccinata l’intera popolazione. Il generale ha fatto riferimento anche alla possibilità di vaccinare i giovani tra i 12 e i 15 anni. Oggi è atteso il via libera all’utilizzo anche per loro del vaccino Pfizer da parte di Ema, l’Agenzia europea per i medicinali.

“Con ok Aifa, via libera per i giovani tra i 12 e i 15 anni”

“L’Aifa – chiarisce Figliuolo – dovrebbe dare l’autorizzazione all’inizio della prossima settimana. Noi siamo pronti, gli adolescenti li avevo già inseriti nel piano vaccinale presentato a marzo, si tratta di circa 2,3 milioni di giovani. Siamo in grado di procedere anche in questa classe”. Il ministero ha già siglato una convenzione con i pediatri e con i medici di famiglia che potrebbero quindi occuparsi della vaccinazione dei più giovani. Con il via libera di Aifa si potrà partire subito con i vaccini per la fascia di età 12-15.

Ludovica Colli

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta