Roma, 1 gen – Come da tradizione, dopo il discorso del Presidente, all’indomani dei festeggiamenti, arriva il bollettino dei “botti” di Capodanno: sono 9 i feriti nel Napoletano. Quattro le persone ferite in città, due delle quali sono state portate all’ospedale Cardarelli, una al Vecchio Pellegrini e una al Fatebenefratelli. In provincia una persona è stata portata all’ospedale di Castellammare di Stabia, una a Giugliano in Campania e una a Frattamaggiore.

“Botti” di Capodanno: a Napoli e provincia il maggior numero di feriti

A Napoli e provincia come da tradizione il maggior numero di feriti. Due i casi più gravi: il primo è quello del 40enne srilankese ferito da un colpo di arma da fuoco al petto dopo essere uscito dalla propria abitazione, nel quartiere Montecalvario, probabilmente da un proiettile vagante in ricaduta al suolo. Il secondo è quello di una donna di 53 anni che ha riportato ferite agli occhi ed è ricoverata all’ospedale Cardarelli. Gli altri 7 feriti sono stati già dimessi. 

Un “botto” entra dalla finestra e appicca il fuoco in un appartamento

Un fuoco d’artificio ha inoltre causato un incendio all’interno di un appartamento nella notte a Napoli. Incolume il 66enne che si trovava all’interno. Sul posto, in via Padre Ludovico da Casoria nel quartiere Mercato, sono intervenuti i Vigili del fuoco e i Carabinieri del Nucleo radiomobile di Napoli. Dai primi accertamenti risulta che l’incendio è scoppiato per un fuoco pirotecnico entrato all’interno della stanza da una finestra lasciata aperta. L’appartamento è stato dichiarato inagibile.

A fuoco un gazebo di un ristorante

Carabinieri e Vigili del Fuoco sono intervenuti anche a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, dove poco dopo la mezzanotte, in via Tufarelli, si è verificato l’incendio del gazebo di un ristorante. Le fiamme, divampate per cause ancora in corso di accertamento, hanno completamente distrutto il gazebo e hanno provocato l’annerimento dello stabile sovrastante, danneggiando la parte esterna dell’appartamento al primo piano e le inferriate del balcone. Nessun danno strutturale per il palazzo. Indagini in corso.

Grave un ragazzo in provincia di Ascoli

Grave incidente con i “botti” di Capodanno anche in provincia di Ascoli. Un ragazzo è stato ricoverato con gravi ferite a entrambe le mani a causa di alcuni petardi che stava facendo esplodere insieme ad altri amici nella piazza di Roccafluvone.

Stanotte sono stati 558 gli interventi in tutta Italia dei Vigili del fuoco per incendi riconducibili ai festeggiamenti di Capodanno, più che raddoppiati rispetto allo scorso anno, quando furono 229. Il numero maggiore quest’anno in Lombardia, dove sono stati 72, seguono: Emilia Romagna 68, Lazio 66, Campania 60, Veneto 46, Toscana 44, Sicilia 43, Liguria 37, Puglia 35.

Ludovica Colli

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Botti di poveracci inconsapevoli dei botti di consapevoli ricchi che “bottano” tutti i non-santi giorni ! Ovvero, magre consolazioni spesso pure autolesioniste.

Commenta