Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 31 gen – Il Consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza della durata di sei mesi in conseguenza del rischio sanitario connesso al coronavirus. Stanziati cinque milioni di euro. I contenuti della delibera saranno stilati dalla Protezione civile e dal ministero della Salute. Intanto resta l’allarme dopo la verifica di due casi certificati di coronavirus in Italia. Intanto l’aereo che dovrà rimpatriare i cittadini italiani bloccati a Wuhan è atteso domenica mattina 2 febbraio. Lo prevede l’ultima bozza del piano concordato con le autorità cinesi, secondo cui la ripartenza avverrà dopo due ore. Ieri il premier Giuseppe Conte ha annunciato la chiusura dei voli da e per la Cina.



Spallanzani: “Quasi del tutto tranquilli che non siano stati altri contagi”

“Siamo quasi del tutto tranquilli che non ci siano stati altri contagi”, ha affermato a Radio Capital Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto Spallanzani di Roma, dove sono ricoverati i due casi positivi trovati in Italia. “I cittadini devono stare tranquilli – spiega – perché il rischio reale di trasmissione si verifica con persone sintomatiche. Appena i due turisti hanno avuto i sintomi sono state seguite tutte le procedure. Siamo quasi del tutto tranquilli che non ci siano stati altri contagi”.

Black Brain

Iss: “Ingiustificata la psicosi legata al tour dei due cinesi infetti”

Gianni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità sottolinea che la psicosi legata al tour turistico effettuato dalla coppia cinese trovata positiva al coronavirus “non è giustificata: è improbabile che possano aver contagiato altre persone nelle varie città visitate perché il virus si trasmette solo con un contatto molto ravvicinato”. Al momento, ha comunque confermato Rezza, “si sta tracciando tutto il percorso fatto dalla comitiva, la vigilanza resta alta, ma non dobbiamo suscitare allarmi ingiustificati”.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Bene…, su questo tema consiglio P.N. di informare in modo univoco, non frammentato e giornalmente! Un po’ come fa il governo davanti al quale non si può essere inferiori…

Commenta