Il Primato Nazionale mensile in edicola

Bangkok, 3 feb – Secondo il ministero della Salute thailandese una donna cinese di settantuno anni, che risultava essere stata infettata dal coronavirus avrebbe dimostrato un notevole miglioramento delle sue condizioni di salute dopo che le è stato somministrato un cocktail di antivirali usati per curare l’influenza e l’Hiv.

“Miglioramento già dopo 12 ore”

La paziente, una donna di 71 anni di nazionalità cinese, è risultata negativa al virus già 48 ore dopo che i l’equipe medica tailandese le aveva somministrato la combinazione di farmaci antivirali. Lo rende noto il dottor Kriengsak Attipornwanich durante la riunione quotidiana del ministero della Salute tailandese: “Il risultato di laboratorio del positivo sul coronavirus è diventato negativo in 48 ore” afferma Kriengsak. “Il miglioramento è stato evidente già 12 ore dopo il trattamento” ha concluso.

Antinfluenzali e contro Hiv

Secondo quanto riporta Agi, i medici tailandesi avrebbero combinato il farmaco antinfluenzale oseltamivir con lopinavir e ritonavir, due antivirali usati per curare l’Hiv. Lo ha reso noto lo stesso Kriengsak. Ma il ministero della Salute tailandese ci va cauto, perché attende ulteriori risultati per dimostrare l’effettivo funzionamento di questo cocktail di farmaci sui pazienti affetti da coronavirus.

Thailandia, almeno 19 casi Coronavirus

La Thailandia attualmente ha rilevato 19 casi confermati di coronavirus, ed è il Paese col secondo numero più alto di ammalati dopo la Cina, “epicentro” del virus. Il Giappone che ha registrato 20 casi. In Thailandia risultano essere otto i pazienti che si sono ripresi dal coronavirus dopo il ricovero, e sono già tornati a casa. Per altri 11 pazienti, invece, si preferisce continuare a trattenerli in ospedale.

Ilaria Paoletti

3 Commenti

Commenta