Il Primato Nazionale mensile in edicola

Casale Monferrato, 9 feb – E’ stata vandalizzata ieri la lapide che ricorda le vittime delle foibe a Casale Monferrato; scritte vergate con la vernice rossa. Vecchi insulti: “fasci occhio” e “Forza Nuova vecchia m***a”. Le scritte sono comparse anche sul marciapiede dove  i militanti di Forza Nuova avrebbero poi depositato una corona in vista della Giornata del Ricordo per le vittime delle foibe.



Scritte rimosse. Anpi: “Non provocare fascisti”

Prima ancora della manifestazione in ricordo degli italiani barbaramente assassinati sul confine orientale le scritte erano state rimosse. Anche l’Anpi di Casale Monferrato in uun comunicato “condanna fermamente la comparsa nella notte di alcune scritte, atte a fomentare la tensione. Rimarchiamo l’appello a tutti i cittadini democratici di evitare ogni confronto con le formazioni fasciste. Questo gesto regala argomenti alla demagogia di estrema destra. L’imminente raduno di individui che si definiscono fascisti, ha spinto provocatori a cercare di sabotare la giornata di mobilitazione democratica”. Resta da capire, tuttavia, dove sia l’utilità di un contro corteo dell’Anpi in un giorno di commemorazione per i caduti italiani.

Black Brain

Riboldi: “Morti sono tutti uguali”

Federico Riboldi, sindaco di Casale Monferrato, ha dichiarato: “Sono molto triste che nella mia città ci siano elementi dell’antifascismo militante antidemocratici e negazionisti che incidono una falce e martello sulla lapide in ricordo delle vittime delle foibe. I morti sono tutti uguali”. Anche a Pomezia, in provincia di Latina, è stata vandalizzata una stele posta in memoria dei tanti, troppi italiani, gettati nelle cavità carsiche dai partigiani titini. Diverse scritte vergognose realizzate con una bomboletta spray nera sull’intero monumento, per cancellare la preghiera degli infoibati incisa sulla pietra. A pochi giorni dal Giorno del Ricordo, fissato dalla legge per il 10 febbraio, i soliti idioti dell’antifascismo militante hanno pensato così di ricordarci di che pasta sono fatti.

CasaPound: “Frutti dell’odio buonista”

Intanto anche Casa Pound esprime il suo sdegno nei confronti di quanto accaduto a Casale Monferrato nel giorno del ricordo per i martiri delle foibe: “L’odio antifascista colpisce ancora. A poche ore dalla commemorazione per il Giorno del Ricordo, la solita mano ignota ha imbrattato la lapide posta in memoria dei Martiri delle Foibe a Casale Monferrato. I “nuovi partigiani” nel solco di una tradizione che si rinnova da anni, hanno agito di notte, lontano da occhi indiscreti ed hanno firmato il loro “capolavoro” con una bellissima falce e martello, caso mai vi fossero stati dubbi in merito alla paternità del gesto” si legge nel comunicato delle tartarughe frecciate. “Il tutto, come sempre, nell’indifferenza dei buonisti locali, prontissimi a strapparsi le vesta se su un vetro viene appiccicato un adesivo con sopra una tartaruga, ma molto meno sensibili se viene offesa la memoria di centinaia di migliaia di italiani offesi, vilipesi e massacrati dalla violenza rossa. I frutti dell’odio partorito dagli ipocriti buonisti nostrani non possono che essere questi” conclude il comunicato.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta