Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 lug – Accade sulla spiaggia  di Gianola a Formia: un pedofilo molesta tre bambine ed è necessario l’intervento della polizia affinché non si arrivi al linciaggio.



Formia, l’identikit del pedofilo

I miltiari sono intervenuti a seguito della reazione violenta dei presenti di fronte a un tentativo di abuso nei confronti di tre bambine, due di 12 e una di 9 anni. Il pedofilo di 50 anni aveva già compiuto atti del genere: è originario di Sessa Aurunca. La vicenda è iniziata La storia è iniziata la mattina di ieri sulla spiaggia libera, quando le famiglie sono arrivate pronte a passare una bella giornata. 

Una persona “affidabile”

Il pedofilo di Formia all’inizio sembrava una persona affidabile, i genitori lo avevano lasciato giocare con le picocle.  Quando però a una di loro il pedofilo chiestodi salire sul suo materassino, la madre la ha portato via. L’uomo poi ha invitato la più piccola delle ragazzine a seguirlo fino al suo ombrellone: lì il pedofilo cinquantenne ha chiesto alla ragazza di stendersi al suo fianco, accarezzandola.

Il mancato linciaggio

A quel punto sia mamma che il papà della bimba di Formia ma anche di altre persone in spiaggia: tutti si sono immediatamente scagliati contro l’uomo. Questi avrebbe provato a spiegare che non aveva alcuna cattiva intenzione, ma sia genitori che bagnanti lo avevano accerchiato. Alla fine qualcuno ha chiamato la polizia, arrivata in tempo scongiurando il linciaggio. Gli uomini del vice questore Aurelio Metelli hanno scoperto che il pedofilo di Formia non era nuovo a vicende del genere: è colpevole di numerosi reati contro la persona, tra i quali anche atti osceni. Per lui ora una denuncia per adescamento di minori, oltre al foglio di via con il quale non potrà avvicinarsi a Formia per i prossimi tre anni.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta