Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 sett  – Tiziano Renzi, padre di Matteo Renzi, attuale leader di Italia Viva, andrà a processo per l’accusa di traffico di influenze illecite nell’ambito di uno dei filoni dell’inchiesta Consip.



Tiziano Renzi e il processo Consip

Secondo quanto riporta Adnkronos, così ha deciso il gup, giudice per l’udienza preliminare, di Roma Annalisa Marzano. Con Tiziano Renzi sono stati rinviati a giudizio, dunque andranno a processo, per lo stesso reato e processo Consip anche l’ex parlamentare Italo Bocchino e gli imprenditori Carlo Russo e Alfredo Romeo. Per loro l’udienza è stata fissata per il 16 novembre.

Condannato Denis Verdini

Per il processo Consip, in rito abbreviato, il gup ha condannato a un anno l’ex senatore Denis Verdini, l’imprenditore Ezio Bigotti e l’ex parlamentare Ignazio Abrignani per il reato di turbativa d’asta. Verdini, come Abrignani e Bigotti, è stato invece assolto dall’accusa di concussione. Per loro il pm Mario Palazzi aveva chiesto l’assoluzione.

Le altre accuse per Renzi senior

Tiziano Renzi è stato invece prosciolto dall’accusa di turbativa d’asta e da un altro episodio di traffico di influenze. Il legale di Renzi senior, Federico Bagattini, si è detto soddisfatto in un’intervista ad Adnkronos. ”Grande soddisfazione per tre assoluzioni su quattro capi di imputazione. Dopo Genova e Cuneo ora anche Roma” dice l’avvocato. “Per l’ein plain, aspettiamo con fiducia il dibattimento”, dice Bagattini.

Ilaria Paoletti



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Per queste ultime influenze illecite da Covid-20, è già pronta una nuova sperimentazione del vaccino MAT21, la cui prima fase incomincerà ben presto a doppio cieco (50% placebo, 50% vaccino) appena sarà pronto il sistema per gestire l’aggiornamento del nuovo green-pass

Commenta