mannaiaPordenone, 13 ott – Agghiacciante delitto nella comunità cinese di Pordenone. Due donne, madre e figlia, Shuie Yang, di 49 anni e Haiyan Wang, di 22, sono state ritrovate in un appartamento pieno di sangue, uccise con una mannaia.

Per l’omicidio è stato fermato Yongxin Wu, 58 anni, anch’egli di origini cinesi, consuocero della vittima più anziana.


L’uomo era nelle vicinanze del luogo del delitto, sporco di sangue. La famiglia in cui è maturato l’efferato delitto gestisce il bar Commercio di via Santa Caterina, a due passi dalle Poste centrali di Pordenone.

La polizia è stata allertata quando, alle 21.45 di lunedì 12 ottobre, dei passanti hanno visto un cinese vagare sul marciapiede della strada chiedendo aiuto, completamente sporco di sangue. L’uomo chiedeva aiuto, ma voleva anche che non venissero chiamati i soccorsi, cosa che invece è stata ovviamente fatta.

Gli agenti della squadra mobile della Questura sono saliti al primo piano dello stabile e hanno rinvenuto le due donne prive di vita, in un lago di sangue: la madre era stesa a terra, mentre la figlia era riversa su una sedia, entrambe colpite con fendenti al collo. Il movente sarebbe legato a questioni economiche.

Roberto Derta

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here