Il Primato Nazionale mensile in edicola

Bolzano, 21 giu – Mascherina all’aperto: mentre gli occhi sono puntati sul Cts, che oggi deciderà quando rimuovere l’obbligo, da oggi l’Alto Adige è mascherina-free. Con il solstizio d’estate infatti nella provincia autonoma di Bolzano, da oggi via la mascherina nei luoghi all’aperto. Al contempo proprio oggi si registra il primo giorno del 2021 con zero nuovi contagi.



Alto Adige, via la mascherina all’aperto già da oggi

Con un’ordinanza firmata dal presidente della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige, Arno Kompatscher, da oggi dunque via la mascherina all’aperto. Sarà ancora obbligatorio avere con sé la mascherina, ma sarà obbligatorio indossarla solo nei luoghi al chiuso diversi dalla propria abitazione e all’aperto qualora non sia possibile mantenere la distanza interpersonale oppure in caso di assembramenti di persone.

Dopo 307 giorni, zero contagi e zero decessi

Ma l’Alto Adige taglia un altro importante traguardo: era dal 18 agosto del 2020, 307 giorni fa, che il bollettino giornaliero dell’azienda sanitaria non registrava zero decessi e zero nuovi casi di Covid-19. Nella giornata di domenica, su soli 845 tamponi processati tra molecolari e rapidi non sono state registrate nuove positività. Va precisato che il 18 agosto dello scorso anno il dato era riferito solo ai tamponi molecolari. In Alto Adige i decessi complessivi collegati al coronavirus sono 1.180 (nell’ultima settimana nessun decesso). Le persone sottoposte a tampone molecolare 221.756 e 48.628 di esse sono risultate positive. Le persone che hanno avuto un test antigenico positivo sono 26.199. I guariti totali sono 73.384. I pazienti Covid ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono sei, quelli in terapia intensiva tre.

Nella provincia autonoma di Bolzano il lockdown più lungo

L’Alto Adige è stato il primo territorio italiano ad aver iniziato, in virtù di una legge provinciale, la fase 2 (quella delle prime riaperture) nel maggio 2020 dopo il lungo lockdown nazionale. L’Alto Adige tuttavia è stato anche il territorio che tra l’autunno e l’inverno scorso ha istituito più giorni di lockdown (quello di novembre e febbraio-marzo 2021). Altro dato da non sottovalutare: a fine novembre 2020 la provincia autonomia aveva allestito il vasto progetto del test di massa alla popolazione, che ha visto l’adesione di oltre 70% degli abitanti.

Oggi la zona bianca

Dalla mezzanotte di domenica, peraltro, l’Alto Adige è entrato, come il resto d’Italia (Valle d’Aosta esclusa) in zona bianca. Addio al coprifuoco dunque, e a tutte le altre restrizioni anti-Covid. “Speriamo che il non obbligo all’uso della mascherina sia un ulteriore incentivo per visitare la nostra provincia e la nostra città. Quelli invernali sono stati mesi difficili ma ora confidiamo nell’arrivo dei turisti che, soprattutto italiani, stanno già iniziando a vedersi”, dicono i gestori dei bar della piazza principale di Bolzano.

Aumenta la capienza sui mezzi pubblici

Ancora, da oggi la capienza sui mezzi pubblici passa dal 50% all’80% e sugli impianti a fune sarà del 100%. La stagione delle escursioni in montagna è iniziata lo scorso fine settimana registrando già una buona presenza di turisti lungo i sentieri. Inoltre l’ordinanza firmata da Kompatscher permette l’organizzazione di eventi all’aperto con somministrazione di alimenti e bevande. Via libera, quindi, alle feste e sagre di paese. Si riparte anche con gli spettacoli aperti al pubblico in teatri, sale da concerti e cinema. Ma previa assegnazione del posto a sedere con un massimo di mille persone in luoghi aperti e 500 in luoghi chiusi, secondo le norme previste dalla zona bianca. Restano, invece, chiuse – come nel resto del Paese – discoteche e sale da ballo.

Ludovica Colli



La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. La mascherina all’aperto, nei luoghi non affollati, ovvero semi-isolati, perchè di questo si parla di solito, è da mesi che molti studiosi dicono che non serve a niente. Molta gente in Italia è da un anno e mezzo che non la usa.. non mi sembra che stiano facendo una “concessione speciale”. Non fatevi fregare dalle promesse tipo “ti vaccini e ti togliamo la mascherina”. è fuffa.
    Vorrei condividere un video che parla di come probabilmente vengono conteggiati “diversamente” i casi fra “vaccinati” e “non vaccinati”, quindi di come molti paragoni fatti in tv.. sono appunto fuffa ideologica.
    Vorrei aggiungere che se guardata la curva del calo del covid col caldo.. dell’anno scorso.. è stata molto più netta di quest’anno. Senza nessun vaccinato! Ma questo nessuno lo dice in tv.
    https://rumble.com/vgsyyd-la-blogger-whatsherface-casi-rivoluzionari-del-vaccino-covid-19.html

Commenta