Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 8 ott — Un’altra partita di mascherine contraffatte, rigorosamente made in China,  scovate dai Finanzieri del Comando provinciale di Roma: sono infatti oltre sei milioni i dispositivi di protezione individuali e i termometri non sicuri e privi di certificazione, sequestrati nel corso di un blitz avvenuto stamattina a Roma e nella zona industriale di Ciampino. Lo riporta RomaToday.



Leggi anche: Fiale di botox contraffatte e made in China in centri estetici clandestini: maxi blitz dei Nas

Sei milioni di mascherine contraffatte sequestrate dalla GdF

Nella mattinata di oggi le Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano hanno passato al setaccio i depositi di stoccaggio situati nei quartieri Esquilino e Prenestino e nella zona industriale di Ciampino, rinvenendo milioni di mascherine Ffp2 e chirurgiche e partite di termometri a scanner infrarossi per la misurazione a distanza della temperatura. La merce, priva di qualsiasi requisito di sicurezza previsto dalla normativa vigente, si trovava all’interno di alcuni container e magazzini ad uso di quattro società di import-export.

C’è anche una partita di scarpe da ginnastica

La merce rinvenuta e sequestrata dalle Fiamme Gialle non si limita ai dispositivi sanitari: nel corso dell’operazione sono state trovate un migliaio di calzature Nike, Adidas e Converse contraffatte, oltre a monili e gioielli di bigiotteria ad alto contenuto di nichel, quindi tossici per la salute. Per quattro persone, di cui tre di nazionalità cinese e una italiana, è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria di Roma per il reato di frode in commercio. Il blitz rientra nel complesso di operazioni dagli uomini della Guardia di Finanza capitoline per contrastare i tentativi di frode messi in atto per sfruttare la fase di emergenza sanitaria dovuta al Covid. 

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta