Il Primato Nazionale mensile in edicola

Instagram e Facebook sono le due piattaforme social più utilizzate al mondo. Da aprile 2018 Facebook ha fatto registrare 2.2 miliardi di utenti attivi al mese, conquistando la vetta di social con più presenze in assoluto. Instagram segue a ruota con oltre 1 miliardo di utenti attivi al mese e con una maggior crescita di nuovi utenti, per la maggior parte con un’età compresa tra i 18 e i 29 anni. Il fenomeno più interessante riguarda la migrazione da Facebook a Instagram dei più giovani. Le ragioni di questa tendenza sono diverse e dipendono sia dalla vocazione dei singoli canali a raccogliere info e contenuti differenti sia dai bisogni della fascia d’età oggetto d’indagine.

Questione di … feed

Le bacheche di Facebook sono inondate di notizie, in alcuni casi fake news e per la maggior parte inerenti questioni politiche. Questo ai giovani non piace ed il rifugiarsi su Instagram li rende liberi da queste notizie e più proiettati alla condivisione di immagini e all’interazione immediata. L’infografica dell’Università Niccolò Cusano non lascia dubbi: i teenager desiderano tenersi lontani dalle informazioni poco chiare ed inerenti ad argomenti che hanno poca presa su di loro e preferiscono crearsi uno spazio privato da destinare alle proprie emozioni, ricche di stimoli visuali e con poco testo.

Maggiore Intimità

Altro motivo per abbandonare Facebook è la maggior riservatezza. Su Instagram si può condividere l’essenziale, senza essere costantemente invaso da contenuti di ogni genere e si può comunicare in maniera intima con il direct. I contenuti sono filtrati tramite hashtag e questo consente una personalizzazione maggiore della bacheca, nella quale far comparire solo ciò che interessa.

Su Instagram infine i giovani hanno meno probabilità di trovare i propri genitori o parenti e questo li rende liberi di potersi esprimere. Dall’infografica infatti si legge che 1 su 3 tra i teenager ha bloccato i propri genitori sui social. Il desiderio inoltre di creare un canale più giovanile e nel quale si affrontano argomenti più leggeri è in generale ciò che spinge i giovani a scegliere Instagram e questo fa preferire anche alle star della musica, della moda e del cinema questa modalità di espressione.

Meno Pubblicità

Su Instagram la pubblicità è veicolata in maniera diversa e non avendo lo stesso numero di utenti rispetto a Facebook, ha meno sponsorizzate. Per i giovani questo è un fattore molto importante, anche perché le pubblicità su Facebook riguardano settori molto spesso lontani dai loro interessi e bisogni. Ciò dovuto anche al fatto che molte aziende non sono ancora brave ad inviare i messaggi giusti ai loro utenti, ma promuovono in maniera poco profilata i loro prodotti e le promozioni senza raggiungere i reali potenziali clienti.

Le cose sicuramente cambieranno, soprattutto perchè Mark Zuckergerg è proprietario di Instagram e troverà un modo per rendere la piattaforma più attiva nella sponsorizzazione, ma per non perdere gli utenti si dovrà puntare a qualcosa di più specifico e orientato agli utilizzatori del sistema. Una chiave importante potrebbe essere rappresentata dagli influencer, ampiamente seguiti dai giovani, che riescono a veicolare messaggi pubblicitari in maniera indiretta ma efficace.

 

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

Commenta