Roma, 12 giu – Ospite di Otto e mezzo, Travaglio ha risposto alla domanda di Lilli Gruber sui pericoli di un imminente ritorno del “fascismo” veicolato dalla dialettica del leader del Carroccio Matteo Salvini. La conduttrice altoatesina ha così introdotto la questione “Oggi Cipolletta ha detto che [sotto il governo gialloverde] sono stati rispolverati slogan del Ventennio fascista. E’ una polemica che va avanti da molti mesi e si è inasprita nella campagna elettorale e portata avanti in modo assai convinto nel M5S. Salvini, che ha stravinto anche alle Amministrative, minimizza da sempre su questa questione. E’ un’emergenza che avvertono solo gli intellettuali quella del ritorno ad alcune forme del ventennio?”

Nessun nuovo Mussolini

Travaglio ha affrontato la questione con grande sincerità, una sincerità che nel corso del suo intervento ha fatto aggrottare più di una volta la fronte alla Gruber, tradizionalmente molto refrattaria a concedere meriti al ventennio mussoliniano:  “Non vedo fascismo in arrivo, non vedo nuovi Mussolini. Forse a Salvini piacerebbe essere scambiato per Benito Mussolini. Vorrebbe dire che almeno sarebbe riuscito a mettere insieme il meglio della cultura del suo Paese come purtroppo è riuscito a fare Mussolini”. E qui la Gruber ha avuto il primo mancamento. “Se confrontiamo i ministri che ha portato Salvini con quelli portati da Mussolini ci rendiamo conto dell’abisso. Dov’è Giovanni Gentile? Dov’è Alfredo Rocco? Dov’è Federzoni? Dov’è De Stefani? Quelli erano i più grandi del loro periodo. Purtroppo Mussolini durò vent’anni anche perché aveva il consenso del meglio della cultura”, spiega Travaglio. “Salvini cosa ha portato? Rixi? Siri? Di che stiamo parlando? Non c’è nessun fascismo in arrivo, c’è un signore che ha vellicato con parole d’ordine mussoliniane gli istinti fascistoidi di in una piccola parte della società, ma poi ha preso il 34 e passa per cento”. E prosegue: “Non sono diventati tutti improvvisamente fascisti, sono persone che fino al giorno prima votavano per il centro destra cosiddetto liberale, votavano Pd, 5stelle: persone normali alle quali non frega assolutamente niente del fascismo e sanno benissimo che non rischiamo un nuovo Ventennio”.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

11 Commenti

  1. Ragazzi bisogna fare subito ,urgentemente una colletta per la roscia di La7, ha urgente bisogno di maloox cardiovascolari aspirina e crema per le emorroidi. Ho il travaglio si è fatto una canna o è rinsavito tutta una botta .

  2. Le leggi promulgate da Mussolini, persino quelle penali, sono ancora oggi il fondamento del nostro ordinamento e sono state scritte in maniera più garantista, organica, e logica di quelle di oggi, che denotano una sciatteria desolante.

  3. Scusate. Ma che tipo di droghe usate.
    Oppure siete nati così!
    Dove avete visto che qualcuno si è sentito male…..
    Perché queste cazzate!
    È una roba da vomitare.

  4. Una cosa e’ sicura e certa…. Se c’era uno con due palle come MUSSOLINI BENITO nel nostro attuale governo ONORE A QUESTO GRANDE STATISTA , non ci ritrovavamo con 7centomila frocioni che sfilano per roma col culo di fuori davanti al santo padre e mmilioni di immigrati che cvengono a delinquere spacciare e violentare le nostre signorine e albanesi che ci rapinano in casa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here