Roma, 13 mag – Clamorosa retromarcia di Elon Musk: accordo per l’acquisto di Twitter “temporaneamente sospeso”. A scriverlo, in un tweet, è lo stesso fondatore di Tesla. Il motivo dell’improvviso stop? Sarebbe legato alla ricezione di “dettagli che supportino il calcolo che gli account di spam/fake rappresentino meno del 5% degli utenti”. Una battuta di arresto che, come riportato da Bloomberg, ha fatto improvvisamente crollare dell’11% le azioni di Twitter nel pre-market. Al contrario, dopo il cinguettio di Musk, le azioni di Tesla sono salite del 4,9%.

Twitter, Elon Musk sospende accordo acquisto. Mossa astuta?

Astuta mossa, dunque, o c’è dell’altro? Non è chiaro, sta di fatto che secondo un report pubblicato lunedì gli account falsi o spam, su Twitter risultavano meno del 5% degli utenti attivi quotidianamente sul social network. Quest’ultimo aveva avuto una media di 229 milioni di utenti. Ma fin dall’annuncio di Musk di voler acquistare Twitter, i cosiddetti “bot spam” sono stati nel mirino dell’imprenditore sudafricano. Musk aveva difatti annunciato di voler eliminare tutti questi profili falsi. Difficile dire cosa succederà nel caso in cui l’accordo da 44 miliardi di dollari per l’acquisto di Twitter dovesse saltare.

Ricordiamo che le “mani di Musk” sul social, hanno mandato in tilt i censori di tutto il mondo uniti. “Dato che di fatto Twitter è una piazza pubblica, il fatto di non aderire ai principi fondamentali della libertà di espressione mette a rischio la democrazia”, aveva twittato Musk nelle ultime settimane dopo aver lanciato un sondaggio fra i suoi follower, ai quali il patron di Tesla aveva chiesto se, a loro avviso, Twitter rispettasse o meno i principi della libertà di parola. “Le conseguenze di questo sondaggio saranno importanti. Per favore votate con attenzione”, aveva scritto Musk. Tutto questo, come già precisato su questo giornale, non significa che le uscite social dell’uomo più ricco del pianeta siano da considerare per forza di cose rilevanti o meritevoli di elogi. Di sicuro però certe sue frecciate al compassato mondo dei buoni sono degne di nota e ci strappano qualche sorriso.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Sono le solite bufale per far comperare spazzatura (le azioni twitter) che diversamente sono destinate a crollare perché il valore di una azione è quello a libro, il prezzo di WallStreet sono scoregge senza valore, per liberarsi come detto di titoli spazzatura inculando boccaloni che vivono di emozioni, e non hanno nessuna competenza finanziaria.

    Ora ci stanno provando anche con Delivery Hero che produce debito per azione anziché utile perché il destino è il crollo quindi l’elite sta cercando di vendere carta straccia a boccaloni con la tecnica del super enalotto.

    Mettete soldi nel materasso ex art. 47 Costituzioni se la banca non li vuole perché dice che i vostri soldi sono un costo ed evitate gli investimenti sw non siete calcolatori senza emozioni e non sapete leggere un bilancio.

Commenta