Il Primato Nazionale mensile in edicola

Genova Sestri Ponente - lo stabilimento FincantieriRoma, 27 mar – Importante accordo strategico siglato ieri da Fincantieri con la compagnia americana Carnival corporation, che fra le altre cose, gestisce il marchio Costa Crociere. La commessa prevede la costruzione, nel periodo 2019-2022, di cinque navi da crociera, oltre all’opzione per realizzarne altre nei prossimi anni.

“L’accordo delinea un piano di attività a lungo termine da parte di uno dei maggiori investitori stranieri in Italia, che ha investito nel Paese oltre 25 miliardi di dollari in virtù della partnership con Fincantieri”. Sono infatti quasi sessanta le unità costruite da Fincantieri per Carnival, dal 1990 ad oggi, oltre alle 7 attualmente in via di realizzazione nei vari stabilimenti del gruppo.

Grazie a questo accordo, Fincantieri potrà proseguire nella strategia di consolidamento, che la vede leader nel mondo nel settore della navi da crociera. Inoltre, il gruppo triestino sarà in grado di agguantare la tanto inseguita saturazione produttiva degli stabilimenti. Un obiettivo di estrema importanza, se si pensa che solo pochi anni fa il piano industriale prevedeva la chiusura di Sestri, Riva Trigoso e Castellammare.

“Questo programma, che è in assoluto uno dei più importanti per l’industria italiana nel suo complesso, ci rende orgogliosi del lavoro svolto in tutti questi anni, che ha contribuito a fare di Fincantieri un’eccellenza mondiale. Queste 5 navi, che si aggiungono alle altre 16 che annoveriamo nel portafoglio ordini solo nel comparto crocieristico, potrebbero portare quindi a 21 il totale, assicurandoci il pieno sviluppo e una prospettiva strategica di lungo periodo. Per continuare a fronteggiare con successo i nostri competitor, è però necessario che al nostro interno le competenze di processo e di prodotto si arricchiscano ulteriormente di contenuti”, ha commentato l’amministratore delegato, Giuseppe Bono.

Filippo Burla

Commenta