Il Primato Nazionale mensile in edicola

deutsche bank sedeRoma, 6 mag – Fu vera crisi? Oppure dietro vi furono delle manovre poco chiare? Sembra quest’ultima l’ipotesi portata avanti dalla procura di Trani, che ha avviato un’indagine nei confronti di Deutsche Bank e del suo management dell’epoca, accusati di aver manipolato il mercato dando avvio alla crisi dello spread che portò alle dimissioni del governo Berlusconi.



Nel primo semestre del 2011, in specie fra marzo e giugno, Deutsche Bank avviò una massiccia vendita di titoli di Stato italiani: circa 7 miliardi furono collocati sul mercato, riducendo la sua esposizione nei confronti del nostro debito sovrano di quasi il 90%. Abbastanza per generare un effetto contagio che portò numerosi investitori a seguire le orme dell’istituto tedesco, facendo schizzare i rendimenti all’insù nelle settimane successive, fino al 9 novembre quando si toccò il 7.47% di rendimenti sul Btp decennale.

“La vendita massiccia dei titoli di Stato italiani per oltre sette miliardi di euro entro giugno 2011 ha alterato il valore di mercato dei titoli stessi perché è stata fatta violando la normativa in vigore“, spiega Michele Ruggero, pm titolare dell’inchiesta. “Il mercato e gli operatori – continua – interpretarono la massiccia e repentina riduzione dell’esposizione della banca al rischio Italia come un chiaro segnale di sfiducia del gruppo nei confronti della tenuta del debito sovrano italiano”.

Secondo gli inquirenti, la mossa di Deutsche Bank non fu dettata da motivazioni economiche stringenti. I tedeschi, infatti, al tempo comunicavano ai mercati la sostenibilità del debito pubblico italiano, mentre allo stesso tempo procedevano alla vendita in blocco dei titoli dello stesso. Un comportamento non lineare e che, stando alla ricostruzione dei magistrati pugliesi, nasconderebbe manovre poco tecniche e molto politiche. L’associazione con le pressioni della Merkel e dell’Ue per la sostituzione di Berlusconi sarebbe fin troppo semplice. Ma, in effetti, così è poi andata.

Filippo Burla



La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Berlusconi andava fatto cadere perchè non apparteneva alla massoneria internazionale oligarchica vincente, che ha preso il sopravvento su quella democratica o sulle massonerie nazionali a cui apparteneva lo stesso Berlusconi(vedi anche il libro uscito recentemente del Gran Maestro della Massoneria Democratica d’Italia Gioele Magaldi dal titolo”Massoneria; società a responsabilità limitata”).Per di piu’ Berlusconi era da loro considerato inaffidabile ed era amico di Gheddafi(vedi che fine ha fatto) e di Putin(il despota di turno sui loro media perchè si oppone ai loro progetti di dominio e di cancellazione degli stati; la Clinton è arrivata a definirlo il nuovo Hitler!!)

    Oggi le principali banche italiane e banca d’italia sono tutte private e controllate dai soliti e oramai ben identificati banchieri plutocrati stranieri. Nel 1992 i traditori della nazione le hanno svendute con la privatizzazioni delle ex banche pubbliche Banca Intesa e Credito Italiano, che a loro volta detenevano il 60% di Banca d’Italia. Oggi la BCE privata in cambio di carta prodotta a costo zero si prende la ricchezza pubblica e privata di interi paesi, Italia compresa.

    La moneta deve essere prodotta dallo stato a costo zero senza indebitarsi con alcun privato; nel 1935 Mussolini, liberandosi dalla massoneria, fece le banche pubbliche e rese pubblica la Banca d’Italia.Cio’ non gli fu perdonato dagli banchieri stranieri che promossero nel 1936,tramite la società delle nazioni, le sanzioni all’ Italia con la scusa della guerra d’ etiopia e ci isolarono e provocarono la nostra entrata in guerra.Spesso durante le sanzioni fermavano le navi italiane in mare e sequestravano a volte tutto il carico, come i pirati.
    C’è un Avvocato in Italia che giustamente sostiene che i politici che hanno svenduto il paese devono essere processati per alto tradimento, reato previsto dal codice penale con pene che vanno da 5 anni all’ergastolo.
    Altra assurdità è che banca d’italia e la bce, ambedue private hanno il compito di controllare le altre banche, sempre private e controllate dagli stessi proprietari!! Cioè controllore e controllato sono la stessa persona e quindi non ci stupiamo che ogni giorno che passa il paese viene depredato sempre piu’

  2. SIAMO SOTTO UNA DITTATURA DI NON ELETTI “LADRI DELLA PATRIA” MESSI AL POTERE DA RE GIORGIO !!!

    Dopo Monti, Letta e con Renzi siamo alle comiche finali e la “Saguto” di turno a Reggio Calabria potrà dare al “governo dei non eletti” un bel concorso esterno per associazione alla “mafia di stato”… primo fra tutti “Alfano”… si proprio “quello” che Vittorio Sgarbi definisce “esponente della Mafia organizzata” in Roma Mafia Capitale !!!

    VIVA IL MOVIMENTO RIVOLUZIONARIO P3 !!!

    CON LA P3 “POPOLO PARTIGIANI PROGRESSISTI” ANDREMO ALLA LOTTA PARTIGIANA PER LA GIUSTIZIA E LA LIBERTA’ DEL POPOLO SOVRANO!!!

    VOLETE LA RIVOLUZIONE? E RIVOLUZIONE SIA!!!

    PER VOI DITTATORI I PARTIGIANI DELLA P3 RISERVANO UN REGOLARE PROCESSO E NON CERTO LA DISGUSTOSA BARBARIE KOMUNISTA DI PIAZZALE LORETO!!! A VOI SARA’ RISERVATA LA VITA ALLA GOGNA E DI VERGOGNA CHE VI FARA’ RIMPIANGERE DI ESSERE NATI.

    IL COMANDANTE BALESTRIERI, MASSONE CARBONARO E RIVOLUZIONARIO, E’ PRONTO A FORMARE UN GOVERNO DI UNITA’ NAZIONALE IN ESILIO A NEW YORK DAVANTI ALLE NAZIONI UNITE DOVE ANDARE A PROTESTARE CONTRO ROMA MAFIA CAPITALE, SI’ E QUI VI ACCUSO:

    IN ITALIA LA MAFIA E’ LO STATO

    AL VOTO SUBITO O ALLE BARRICATE!!!

    ALLA “PRIMAVERA D’ITALIA” E UN “GOVERNO DI UNITA’ NAZIONALE IN ESILIO” CON

    DEMOCRATICI SIMPATIZZANTI SINISTRA/MOVIMENTO CINQUE STELLE e

    REPUBBLICANI SIMPATIZZANTI LIBERALI/LEGA.

    Formiamo due coalizioni:
    Partito Democratico d’Italia (PDI)
    Partito Repubblicano d’Italia (PRI) e

    LOTTIAMO UNITI PER GIUSTIZIA E LIBERTA’!!!

    “LO STATO E’ LA VERA MAFIA E LA SCARICA SU QUELLI CHE NON LO SONO – E’ UNA TRAGEDIA – ALFANO, CHE E’ UN UOMO INCAPACE E TRADITORE, E’ PRIVO DI QUALUNQUE VERA LOTTA ALLA MAFIA… LA MAFIA E’ IN QUESTO GOVERNO ATTRAVERSO IL SIGNOR ALFANO ESPONENTE DELLA MAFIA ORGANIZZATA” (Vittorio Sgarbi).

    A SENTIRE VITTORIO SGARBI MI DOMANDO SE CON ALFANO SIAMO A QUEL “TERZO LIVELLO” MENZIONATO DAL PNA PIETRO GRASSO NEL SUO LIBRO “PER NON MORIRE DI MAFIA”?

    MA CHI MAI MANOVRA IL MINISTRO DEGLI INTERNI… LA MAGISTRATURA O LA ‘NDRANGHETA… O… AMBEDUE ???

    MA CON QUALE “GIUSTIZIA” ABBIAMO A CHE FARE ?!?!?!
    QUELLA DOVE I PM PRIMA FORMULANO IPOTESI DI ACCUSA CHE AD ARTE FINISCONO SUI GIORNALI E FANNO LE INDAGINI CON L’INDAGATO TRATTATO DA CONDANNATO IN CARCERAZIONE PREVENTIVA. POI DOPO MESI E MESI DI LINCIAGGI MEDIATICI SEGUE IL PROCESSO E SE E QUANDO FEDELI SERVITORI DELLO STATO COME CONTRADA VERRANNO PROSCIOLTI O ASSOLTI, NESSUNO NELLA “STAMPA DI REGIME” SE NE VUOLE RICORDARE!!!

    ABBIATE IL CORAGGIO DI LIBERARVI DEL “TERZO LIVELLO” DELLA ROMA MAFIA CAPITALE DI CORROTTI, IMPOSTORI, LADRI E TRADITORI CHE HANNO DISTRUTTO L’ITALIA!!!

    O VOI IGNOBILI POLITICANTI CHE BUTTATE FANGO MEDIATICO PROTEGGENDO “MAFIOSI PENTITI” E “IGNOTI CORVI” IO QUI’ MI FIRMO CON NOME E COGNOME E VI ACCUSO:

    https://www.linkedin.com/pulse/jaccuse-comandante-giorgio-balestrieri

    MI RIBELLO FORMANDO UN GOVERNO DI UNITA’ NAZIONALE IN ESILIO E LOTTO PER LA GIUSTIZIA E LA LIBERTA’ CHE CI AVETE NEGATO!!!

    Tanto cosa rischio? Un “Brutto Processo” (Stile In-giustizia Ventennale Italiana) o un “Funerale” (Stile Ndrangheta o di qualche Califfo naziraniano)… facendo i dovuti scongiuri “Vivo o Morto” vinco sempre io perchè

    “LA VERITA’ E’ INVIOLABILE, INCORRUTTIBILE, INVINCIBILE”!!!

    “UN POPOLO CHE ELEGGE CORROTTI, IMPOSTORI, LADRI E TRADITORI, NON E’ VITTIMA. E’ COMPLICE… NEL TEMPO DELL’INGANNO UNIVERSALE DIRE LA VERITA’ E’ UN ATTO RIVOLUZIONARIO” (George Orwell)

    SAPERE E’ UN DOVERE!!!

    E’ un dovere della stampa far sapere e riconoscere che l’intervento contro il “Califfato Neo-Nazista” in Siria e Libia e dovrebbe cominciare a casa nostra in Italia contro gli infami mafiosi del “TERZO LIVELLO” che ci “sgovernano”, i mandanti degli atti terroristici che ci hanno portato via Dalla Chiesa, Falcone e Borsellino, i narco-terroristi della ‘Ndrangheta di ROMA MAFIA CAPITALE, Gioia Tauro, Mineo, i campi di “schiavi” di Rosarno, quelli legati alla criminalità Turca e Libica. Con false organizzazioni e “cooperative” con il flusso di esseri umani fanno più soldi che con il narcotraffico e la vendita del petrolio rubato.

    https://www.linkedin.com/pulse/commistione-tra-ndrangheta-e-isis-comandante-giorgio-balestrieri

    Sono passati ben DIECI ANNI e la mia analisi della situazione, è sempre la stessa!!! Quella proposta sin dal 2005 e per la quale i naturalizzati “Yankees” come me e la Signora Sabrina Sousa si sono beccati l’estradizione dagli “amici dell’imams e degli hezbollah” legati a criminali assoldati dalla ‘Ndrangheta come il famoso giudice Giusti (dato per “suicidato”) e la Silvana Saguto, una delle donne che a Palermo “incarna” il volto dell’antimafia! Ma la Saguto in che magistratura milita? Quella degli “italo-sciiti” dell’ex PCI o quella degli “italo-sunniti” della defunta DC… e sì perchè la guerra fra magistrati assomiglia sempre di più a quella all’interno dell’Islam fra gli Sciiti di Alì ed i Sunniti di Maometto… e naturalmente la colpa è sempre dell’America!

    https://www.linkedin.com/pulse/ndrangheta-narco-terrorist-organization-balestrieri

    SE DIRE LA VERITA’ E’ UN ATTO RIVOLUZIONARIO… EBBENE SI’… VIVA LA RIVOLUZIONE !!!

    “F.D. Guerrazzi e le cospirazioni politiche in Toscana dall’anno 1830 all’anno 1835″:… era il Gennaio del 1831…”Gli uomini, che i nostri oppressori tentano farti aborrire col nome di Liberali, sono quelli i quali vorrebbero le gabelle diminuire, i privilegi sopprimere… vorrebbero l’impieghi dati ai migliori senza distinzione di classe, e di stato, vorrebbero infine i Liberali fosse il popolo chiamato ad eleggere come faceva una volta … i tuoi Magistrati i quali saprebbero ordinar leggi uguali al ricco, e al povero e renderti ragione del tuo danaro, e del modo in che lo spesero”.

    AL VOTO, AL VOTO E RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA ITALIA E LA LIRA!!!

    Giuseppe Mazzini vedeva nel POPOLO il motore della rivoluzione! Oggi o si va uniti al voto – con ogni coalizione che in libertà possa proporre, al POPOLO TUTTO, un proprio programma – o si muore schiavi di Roma Mafia Capitale!

    LA SOVRANITA’ APPARTIENE AL POPOLO CHE HA IL DIRITTO E DOVERE DI RIBELLARSI ALLA VIOLENZA DELLO STATO MAFIA!!!

    PER E CON IL POPOLO PRISTINIAMO LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA e:

    1. SCREDITIAMO i “corrotti nell’anima” che hanno abbandonato i Marò e quei traditori che gridano “dieci, cento, mille Nasiriya”!

    2. DENUNCIAMO quelli che vorrebbero imporre la loro politica becera e corrotta al Presidente del Senato, il PNA Pietro Grasso, che oggi purtroppo conosce bene chi sta’ a quel “Terzo Livello” che lui menziona nel suo libro “Per Non Morire di Mafia”, i “Ladri della Patria” ed i “Padrini” di Mafia Capitale, sì quelli connesi a Gioia Tauro, Mineo e ai campi di “schiavi” a Rosarno, proprio quelli che con i migranti fanno più soldi che con la droga… i narco-terroristi della ‘Ndrangheta e il crimine organizzato in Turchia e Libia, esseri immondi, che con i proventi del narcotraffico e del petrolio rubato sono i finanziatori del TERRORISMO ISLAMICO dei Califfi di DAESH e dei loro seguaci naziraniani.

    3. RISPETTIAMO i vertici dell’Anti Mafia e della Homeland Security, “Generali” dei Carabinieri come Ganzer e Mori, “Colonnelli” come De Donno, Capitani comr “Ultimo”, “Uomini” come Contrada e quelli che hanno servito lo Stato nel rispetto della Costituzione e non del bieco potere politico. E qui mi ci metto anch’io e lo pretendo, tanto cosa rischio? Un “Brutto Processo” (Stile In-giustizia Ventennale Italiana) o un “Funerale” (Stile Ndrangheta o di qualche Califfo naziraniano).

    “Vivo o Morto” vinco sempre io perchè

    “LA VERITA’ E’ INVIOLABILE, INCORRUTTIBILE, INVINCIBILE”

    Comandante Giorgio Balestrieri

    https://www.linkedin.com/in/comandantebalestrieri

Commenta