Flavio CattaneoRoma, 26 feb – Flavio Cattaneo passa alla concorrenza. Dopo una carriera passata nel settore pubblico, andrà a ricoprire la carica di amministratore delegato di Ntv – Nuovo trasporto viaggiatori, la società di Montezemolo e Della Valle che opera nel settore dell’alta velocità con il treno Italo.

La nomina si è avuta nella giornata di, ieri al termine del Cda societario che, oltre alla scelta del nuovo vertice, ha varato anche il business plan necessario per la ristrutturazione del debito. Ntv non viaggia in buone acque, dopo aver chiuso l’ennesimo esercizio in perdita.

Cattaneo, laurea in architettura al Politecnico di Milano ed un passato da imprenditore nel settore dell’edilizia, è stato per due anni, dal 2003 al 2005, direttore generale della Rai. Subito dopo è diventato amministratore delegato di Terna, la società nata nel 1999 dalla scissione di Enel e che si occupa della gestione delle infrastrutture nazionali di trasporto e dispacciamento dell’energia elettrica.

Proprio nei quasi dieci anni in cui è stato a capo della Spa statale ha conseguito risultati di prim’ordine, con i conti costantemente in crescita: il fatturato è pressoché raddoppiato da 908 a 1896 milioni di euro, risultato analogo per l’utile netto che è passato da 268 a 516 milioni. Terna ha così conseguito il premio come miglior utility d’Europa nei periodi 2006-2009 e 2010-2012.

Nonostante la solida gestione, nella girandola di cambi al vertice delle aziende pubbliche di aprile 2014 Cattaneo non è stato confermato. Gli è stato infatti preferito Matteo Del Fante, all’epoca direttore generale di Cassa depositi e prestiti che di Terna è l’azionista di riferimento.

Filippo Burla

Commenta