Istat
Indice dei prezzi a gennaio -0.6%: siamo in piena deflazione

Roma, 4 feb – Non si inverte la rotta dei prezzi e l’Italia scivolta nel terreno della deflazione. Dopo i dati di dicembre, che segnalavano l’azzeramento dell’indice generale dei prezzi, nel mese di gennaio assistiamo ad una marcata contrazione che fa virare in territorio negativo.

A rilevarlo è l’Istat nel suo bollettino periodico. “Nel mese di gennaio 2015 -si legge nel comunicato- l’indice nazionale dei prezzi al consumo diminuisce dello 0,4% rispetto al mese precedente e dello 0,6% nei confronti di gennaio 2014”. L’istituto di statistica spiega che la frenata “è dovuta in larga misura all’accentuarsi della caduta tendenziale dei prezzi dei beni energetici e al rallentamento della crescita annua dei prezzi dei servizi”.

Non migliora la situazione al netto di queste componenti che risentono di tutta una serie di fattori, come le dinamiche finanziarie e geopolitiche sul prezzo del petrolio. L’inflazione cosiddetta “di fondo”, infatti, pur rimanendo positiva segna un rallentamento che la porta dal +0.6% di dicembre al +0.3% del primo mese del 2015. Il -0.6% di gennaio è il valore più basso registrato nelle serie storiche dal 1959, quando l’asticella toccò il -1-1%.

Filippo Burla

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta