Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 mar – “Il capo della cooperazione italiana in Bolivia, Angelo Benincasa, ha detto che il governo (italiano, ndr) donerà 21,5 milioni di euro alla Bolivia per la lotta contro il coronavirus”. E’ quanto riportato dalla stampa boliviana, tra cui il quotidiano El Mundo, che pubblica una dichiarazione dello stesso Benincasa: “L’Italia è al fianco dei boliviani e questo finanziamento è volto a sostenere il sistema sanitario boliviano. E’ un finanziamento di 21,5 milioni di euro”. In un’intervista pubblicata su Youtube dall’emittente Postdata Itv, Benincasa ha confermato la gentile donazione parlando di quasi “22 milioni di euro per combattere il coronavirus”.

Dalla Bolivia alla Tunisia

Insomma in piena emergenza sanitaria causata da un virus che sta mettendo in ginocchio anche la nostra economia, il governo italiano sembrerebbe proprio intenzionato a preoccuparsi della diffusione del Covid in altre nazioni. Come abbiamo riportato su questo giornale, infatti, l’Italia ha versato 50 milioni di euro tramite Cassa depositi e prestiti a titolo di credito d’aiuto alla Banca Centrale tunisina, somma destinata a sostenere le imprese tunisine. Una notevole cifra che a titolo esemplificativo consentirebbe l’acquisto di circa 500mila mascherine Ffp 3 da destinare al nostro personale sanitario. Come sottolineato stamani, sempre su questo giornale, a riguardo Andrea Delmastro Delle Vedove, deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo FdI in commissione Esteri, ha presentato ieri una interrogazione al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Di Maio che dice?

Adesso scopriamo però che probabilmente non stiamo aiutando soltanto la Tunisia. A questo punto, visto quanto riferito dai media boliviani e soprattutto dal direttore della sede estera dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo in Bolivia, ci sembra doveroso chiedere ulteriori delucidazioni a Luigi Di Maio: è a conoscenza di questa donazione alla Bolivia? E’ lui ad averla autorizzata? Si tratta sempre di un prestito a titolo di credito d’aiuto da parte di Cassa depositi e prestiti? Il ministro degli Esteri non può esimersi dal fornire spiegazioni, perché in un momento di drammatica emergenza sanitaria come quello che sta affrontando l’Italia, è inammissibile che volino all’estero decine di milioni di euro per contrastare altrove il coronavirus. Tra l’altro, stando ai dati registrati ieri, in Bolivia vi sono soltanto 39 casi di contagio confermati.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

10 Commenti

  1. Mi raccomando credete a tutto senza verificare su agenzie di stampa e giornali seri o su fonti ufficiali. Credete al primo che scrive. Tra altro fondo di solidarietà in ambito di accordi internazionali. Non perché la notizia gira è vera. Imparate a riconoscere le fake news che, o sono totalmente non vere oppure dicono parte della verità. Cercate sempre fonti ufficiali. Giornali seri Gds, il Fatto quotidiano, Repubblica, il Corriere della Sera, fonti di comuni, regioni, ministeri, ancora meglio agenzie di stampa come Ansa o Agi. E approfondite, non leggete solo il titolo.
    https://www.esteri.it/mae/it/sala_stampa/archivionotizie/comunicati/farnesina-credito-tunisia-risale-a-2017-sorpresi-da-polemiche.html

    • Mah lo hanno accusato pubblicamente in camera ! Io non penso proprio che vanno a dire fesserie… il fatto compiuto c è ! Però perché lo han fatto ? Avevamo qualche debito con loro ?? Il fatto coronavirus è una scusante !!

  2. È tutto falso, l’Italia non ha dato i soldi alla Bolivia per la lotta contro il corona virus… se andate a vedere il video e ascoltate l’intervista fatta al direttore della cooperazione internazionale non dice ciò quindi per favore ascoltare bene prima di dare notizie false grazie

  3. Leggere con attenzione il link al ministero degli esteri indicato poco sopra, ci sono tutte le risposte ai suoi dubbi: è una montatura, si fa un normale piccolo prestito e parlano di “donazione”, “versamento”, per aizzare la gente…

Commenta