Halle, 9 ott – Almeno due persone sono state uccise di fronte a una sinagoga ad Halle, la maggiore città della Sassonia, in Germania. Lo riferisce la polizia tedesca che comunica che uno o più aggressori sono in fuga a bordo di un veicolo. “Chiediamo alle persone di rimanere al sicuro nelle loro case“, ha avvertito la polizia. Nell’attacco è stata anche lanciata una granata dentro il cimitero ebraico, accanto alla sinagoga, nel quartiere Paulus. Lo riporta la Bild.


Aggressore in fuga, forse verso Lipsia

A quanto pare, l’uomo che ha aperto il fuoco ad Halle indossava una tuta mimetica e possedeva diverse armi automatiche, tra cui un fucile mitragliatore. Lo riferiscono alcuni testimoni, uno dei quali ha riferito all’emittente N-Tv che l’aggressore era vestito di “verde”, “da militare”, con un “elmetto”, che portava una “maschera” e che ha sparato contro un negozio con un “mitra”. Ci sarebbero diversi feriti. L’aggressore dovrebbe essere in fuga verso Lipsia. La stazione ferroviaria di Halle è stata chiusa. Il tabloid tedesco scrive anche di uno scambio a fuoco udito a Wiedersdorf, frazione alla periferia di Halle. Oggi viene festeggiato lo Yom Kippur, la più importante ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell’espiazione.

Ludovica Colli

2 Commenti

  1. Nonostante il lavaggio del cervello a cui siamo sottoposti dalla culla alla bara, nonostante i fiumi di menzogne e propaganda, nonostante Hollywood, nonostante le leggi che impediscono la ricerca storica, nonostante le prediche del Vaticano sui fratelli maggiori, gli ebrei continuano ad essere il popolo più odiato della terra. Chiediamoci perché

  2. Molto interessante a proposito dell’ attentato è che è sempre la stessa fonte che ha per prima i filmati!!Questo dato lo potete trovare su ;www.maurizioblondet.it ;L’ATTENTATO IN CORSO AD HALLE, GERMANIA (Firmato Rita Katz)

Commenta