Città del Messico, 8 set – Un terremoto devastante ha colpito il Messico. Il Servizio Sismologico Nazionale del Messico ha stimato in 8,4 Richter la magnitudo e si tratterrebbe quindi della più violenta scossa mai registrata nella storia della Nazione americana. I morti accertati sino ad ora sono 5, di cui due bambini. Purtroppo ancora si tratta di un bilancio parziale e anche le stime sulla magnitudo del sisma sono contrastanti. Il Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs) parla di 8,1, al contrario il Centro di allerta tsunami del Pacifico di 8,2. In ogni caso la situazione è drammatica, con il governatore dello Stato di Tabasco che ha dichiarato che un bambino è morto in seguito al crollo di un muro, mentre un altro bimbo è deceduto quando è venuta a mancare l’elettricità in un ospedale della zona. Si tratta infatti di un neonato che era collegato ad un respiratore automatico.

Le altre tre vittime finora accertate sono state registrate a San Cristobal de las Casas, nello Stato del Chiapas. L’epicentro del sisma è stato registrato a 165 chilometri da Tapachula, al largo delle coste dello stato meridionale del Chiapas, ad una profondità di 35 chilometri.  E’ stata inoltre diramata l’allerta tsunami sempre sulla costa occidentale del Messico e degli Stati del Centro America: Nicaragua, Panama, Guatemala, Honduras, El Salvador e Costa Rica. Buona parte di Città del Messico è senza luce a causa del sisma e, nonostante la distanza dall’epicentro del sisma, nella capitale molte persone hanno abbandonato momentaneamente le proprie case e sono scese in strada al buio. Chiuse le scuole in seguito alla forte scossa per consentire una perentoria revisione delle infrastrutture.

Il presidente del Messico Enrique Pena Nieto scritto su Twitter di aver “attivato il comitato nazionale di emergenza” e i “protocolli della protezione civile” dopo la forte scossa di questa notte. Si stima che circa 50 milioni di persone abbiano avvertito il terremoto. A riferirlo è lo stesso presidente messicano che ha confermato inoltre il parziale tragico bilancio di cinque morti. Il sisma è stato avvertito anche in Guatemala e adesso si temono altre forti scosse.

Nel video l’Angelo dell’Indipendenza, storico monumento di Città del Messico sul Paseo de la Reforma, scosso dal sisma.

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here