Parigi, 12 lug – Mentre in tutta la Francia si susseguono violenze da parte di migliaia di algerini, a Parigi Dozzine di gilet neri, un gruppo di immigrati clandestini privi di documenti provenienti da 34 centri nell’Ile-de-France hanno occupato oggi il Pantheon, monumento di Parigi. L’azione ha avuto inizio oggi poco dopo le 13. I gilet noir chiedono la regolarizzazione della loro situazione e desiderano anche parlare con il Primo Ministro Macron.

“Rilascio dei compagni dalle prigioni”

La polizia di Parigi conferma che è avvenuta una “invasione” e un presidio di sicurezza è stato immediatamente dispiegato intorno all’edificio. L’azione per ora sembra svolgersi in un’atmosfera tranquilla. I gilet noirs vogliono richiedere, oltre alla regolarizzazione della loro posizione, condizioni di vita decenti. “Ci sono 200.000 alloggi vuoti a Parigi”, reclama il gruppo di protestanti in una dichiarazione rilasciata ai media. Noi invece dormiamo gli svincoli della tangenziale”. Il collettivo chiede anche “il rilascio dei compagni” gilet neri “prigionieri, ora rinchiusi nel centro di detenzione”. 

Lo scorso maggio i gilet neri avevano occupato l’aeroporto di Parigi Roissy per denunciare il coinvolgimento di Air France nell’espulsione degli immigrati clandestini. Sul punto è intervenuta anche la leader di Rassemblement National, Marine Le Pen. Scrive così la Le Pen sulla sua pagina Facebook: “E ‘ inammissibile vedere dei clandestini occupare, impunemente, questo alto luogo della Repubblica che è il Pantheon. In Francia, l’unico futuro di un clandestino dovrebbe essere l’espulsione, perché è la legge che lo dice”.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here