Il Primato Nazionale mensile in edicola

Pezzi della coalizione di Mahathir stanno cadendo a pezzi, probabilmente a causa della sua ossessione per il processo politico di Najib contro il suo totale fallimento nel mantenere le sue promesse elettorali.

Dopo 60 anni di guida del paese, Barisan Nasional (BN) – la coalizione del Fronte nazionale ha perso le elezioni generali per un partito di opposizione di nuova formazione Pakatan Harapan (PH) – Alleanza della Speranza guidata dall’ex (e più longevo) primo ministro Mahathir Mohamad. PH ha dichiarato che impedirà al regime attuale di fallire nel garantire il benessere dei malesi comuni, indipendentemente dalla razza o dalla religione. PH ha inoltre promesso di ripulire la Malaysia dalla corruzione, facilitando la crescita economica di cui godono tutti. Nello specifico, PH ha promesso di realizzare dieci punti specifici nei suoi primi 100 giorni al potere – solo due dei quali sono stati adempiuti: cancellare la tassa per beni e servizi e stabilizzare il prezzo della benzina . Maha è tornato alla politica con un botto, promettendo ai malesi un paese che fosse etico, pluralista, economicamente in crescita e privo di corruzione. Questo è il motivo per cui abbiamo avuto tanto successo nel rimuovere il regolamento BN.

Quasi un anno dopo aver vinto le elezioni, Mahathir ha mantenuto molte leggi draconiane, perfezionandole invece di abolirle per soddisfare meglio le sue esigenze politiche, il che ha portato a un calo del sostegno popolare. I sondaggi mostrano che il popolo malese si fida sempre meno di PH e Mahathir. Dopo le elezioni, Mahathir ha ottenuto l’83% di voti di approvazione, percentuale scesa a circa il 70% dopo 100 giorni di mandato. Un sondaggio del 2019 ha mostrato che il rating di approvazione di Mahathir era sceso appena sopra al 40% . Questo declino può essere attribuito ai sogni infranti di un governo migliore, che alleviasse il peso di un regime oppressivo.

Il governo malese gode di una salda presa sul suo popolo, facilitato da leggi e politiche che consentono il sequestro arbitrario delle libertà civili. Nel 2012, il governo malese ha esteso l’autorità di polizia ai sensi della SOSMA (Legge speciale sulle misure speciali per i reati) includendo l’autorità di polizia per estendere le detenzioni arbitrarie a 28 giorni prima della presentazione delle accuse, sospendendo il contatto dei detenuti con la famiglia e con l’avvocato per 48 ore..Sotto la SOSMA, la polizia ha arrestato l’attivista per i diritti umani e membro del parlamento malese Maria Chin Abdullah nel 2016 per 11 giorni. Nel 2015, la polizia ha utilizzato la SOSMA per detenere l’ex vice capo di Batu Kawan Umno Khairuddin Abu Hassan e il suo avvocato Matthias Chang, dopo che la corte ha ordinato la liberazione del primo. La legge del National Security Council (NSC) del 2015 garantisce all’autorità del primo ministro di dichiarare lo stato di emergenza, sospendendo lo stato di diritto per consentire arresti e evacuazioni (attraverso misure letali se necessario) in aree designate note come aree di sicurezza. Allo stesso modo, la Prevention of Terrorism Act 2015 (POTA) consente alle autorità di estendere la detenzione a 21, 38 e anche 60 giorni, facendosi beffe delle leggi Habeas Corpus accettate a livello internazionale. Più gravemente, la Malesia non ha ratificato alcun accordo per includere protezioni contro la sparizione forzata, ovvero il rapimento segreto di un individuo che il governo considera una minaccia – senza confermare la posizione dell’individuo. Tra il 2015-2017 ci sono state almeno quattro scomparse di individui sospettate di essere state orchestrate dal governo.

La violazione dei diritti umani da parte del CSN era stato un punto focale delle discussioni politiche in Malesia, in quanto il neoeletto partito di opposizione prometteva di abolirlo. Nonostante dette promesse, Mahathir ha compreso la forza di governare sotto l’NSC, cosa che gli ha fatto cambiare idea dopo essere stato eletto. Le revisioni di Mahathir ampliano i diritti che un PM può violare nell’ambito dell’NSC per includere la raccolta illimitata di dati dalla popolazione malese. L’NSC sarebbe autorizzato a “richiedere da qualsiasi individuo o entità  qualsiasi informazione o segreto in suo possesso” – punibile come reato con la reclusione o multe pesanti. Pakatan Harapan, il neoeletto partito di opposizione guidato da Mahathir che ha promesso di abolire NSC, SOSMA, POTA e altri atti e leggi controverse, ha dichiarato che le sospensioni di tali leggi sarebbero state “limitate a incidenti che minacciano la sicurezza nazionale, l’ordine pubblico e rapporti razziali “, permettendo al governo di perseguire il suo uso arbitrario delle leggi draconiane per giustificare l’oppressione di Mahathir.

Ma il regime oppressivo era solo uno dei due motivi per cui Mahathir è stato in grado di vincere le elezioni – l’altro era la promessa di porre fine all’amministrazione corrotta di Najib. Quella che era iniziato come una partnership di due amici ideologici si è conclusa con la divisione di un Paese in due fazioni in conflitto. Il catalizzatore della divisione può essere attribuito allo scandalo 1MDB in cui si sospetta che l’ex primo ministro Najib abbia canalizzato milioni di dollari sui suoi conti bancari personali da 1Malaysia Development Berhad (1MDB), una società di sviluppo strategico gestita dal governo. 1MDB è stato progettato da Najib con l’obiettivo dichiarato di promuovere l’unità nazionale, l’armonia etnica e l’efficienza del governo . Erano le stesse idee che Mahathir usava per convincere il pubblico malese a votare per lui. Mahathir ha usato lo scandalo per dipingere la Malesia di Najib come super corrottasituazione che lui avrebbe sanato.

Il rapporto tra Najib e Mahathir è iniziato come un’amicizia molto cordiale, indipendentemente dai titoli. Najib sostenne di aver ospitato Mahathir a cena molte volte, dopo di che si sarebbero ritirati nello studio di Najib per parlare. Najib afferma che Mahathir si stancò della sua amicizia con Najib dopo che questi rifiutò di soddisfare tutti i favori richiesti da Mahathir che, secondo Najib, richiedevano l’abuso del potere del Primo Ministro. Inoltre, Najib afferma che Mahathir ha cercato con insistenza di condizionare le decisioni di Najib al governo. Ad esempio, secondo Najib, Mahathir “gli disse di vendere un aereo perché era troppo appariscente e gli consigliò di istituire un” consiglio degli anziani “con Mahathir come presidente .” Presumibilmente, Mahathir usò lo scandalo 1MDB per estromettere Najib. E ‘stata una campagna di odio”, ha detto Najib, “Hanno usato accuse molto scurrili per diffamare me e il governo. Sfortunatamente, dopo un certo periodo di tempo, hanno influenzato l’opinione pubblica“. Mahathir ha pubblicamente posto la completa responsabilità dello scandalo nelle mani di Najib, dipingendolo come corrotto e corruttore della Malesia. Tuttavia, esiste la stessa Malaysia.E, in retrospettiva, è facile vedere come sia stata la Malesia corrotta che lo stesso Mahathir ha creato. Najib sostiene che Mahathir costruì la Malesia corrotta e si sentì per sempre come il suo angelo custode, tirando i fili anche quando non era al potere. Mahathir “sapeva tutto del sistema, quindi ha operato da dentro e da fuori, quindi ha avuto un netto vantaggio”, ha detto Najib .

Quasi un anno dopo la sua rielezione, Mahathir sta ancora gestendo un paese corrotto, in cui le speranze dei cittadini per un governo etico sembrano morire insieme alle intenzioni di Mahathir di sanare il sistema di corruzione. Il declino del sostegno popolare a Mahathir è il prodotto della delusione della popolazione per le promesse non mantenute. “Dopo un po’ ‘, non è più sufficiente accusare gli ex leader del governo di casi di corruzione, perché fintanto che non c’è alcun miglioramento marcato (riguardante la situazione economica) sul terreno, l’irrequietezza continuerà”, dice Rafizi Ramli, un politico malese .Rafizi fa notare che il pubblico malaysiano non è scontento dello stato attuale del governo, ma della mancanza di volontà o di un piano per cambiare le cose da parte della leadership attuale. Lo stesso Mahathir ha confessato, “in realtà non ci aspettavamo di vincere, abbiamo fatto un grosso manifesto con promesse di ogni genere .” Sembra che Mahathir si sia trovato poco preparato per il governo, perpetuando un sistema corrotto che ha aiutato a mettere in atto, facendo marcia indietro sulle promesse fatte per essere eletto: sfidare la fiducia del popolo nei confronti del governo. Secondo l’Economist, Mahathir è riluttante ad alleviare la divisione etnica nel paese o a cedere il potere alle controparti liberali, motivo per cui sta perpetuando il governo corrotto di Najib.

Indipendentemente dalle sue ragioni, Mahathir ha soddisfatto solo due delle 10 promesse che ha fatto e ha perfezionato le attuali leggi oppressive in modo che gli permettano il pieno controllo dei cittadini malesi e dell’economia. I malesi stanno iniziando a pensare che il ritorno alla politica di Mahathir non riguardasse il miglioramento della Malesia quanto piuttosto ragioni personali.. Volendo di nuovo il potere o solo una vendetta personale contro un ex-mentee, Mahathir non correva per i malesi. I cittadini disillusi perdono fiducia in Mahathir, nel PH e nel governo in generale. Sapevano che Najib non era un buon leader per loro e pensavano che Mahathir sarebbe stato il loro salvatore. Di fronte alla verità, i malesi stanno iniziando a gridare che Mahathir è più o meno la stessa cosa.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta