Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 feb – Nessuna condanna per Donald Trump e ora si dice “pronto a tornare”. L’ex presidente degli Stati Uniti, come ampiamente previsto, ieri è stato assolto in Senato nel procedimento di impeachment. Si può considerare il primo fallimento dell’era Biden e una mini rivincita di Trump? Di primo acchito verrebbe da dire di sì, in realtà però quanto accaduto non cambierà nulla, almeno nell’immediato. La presidenza di Biden non vacilla e Trump resta fuori dai giochi, sconfitto e oscurato dai social. Twitter ha persino deciso di silenziarlo per sempre, eppure molti fan dell’ex presidente Usa sono convinti che la loro stella polare possa tornare a splendere.

Le promesse di Trump. Pronto a tornare?

A leggere quanto dichiarato da Trump dopo l’assoluzione in Senato, pare proprio crederci anche lui: “E’ finita una caccia alle streghe”, ha detto il tycoon. “Il nostro meraviglioso movimento storico e patriottico per fare l’America di nuovo grande è solo all’inizio, nei prossimi mesi – ha annunciato Trump – avrò molto da condividere con voi e non vedo l’ora di continuare il nostro incredibile viaggio insieme per conseguire la grandezza americana per tutti”. Promette dunque di tornare sulla scena da protagonista, verosimilmente puntando alle presidenziali del 2024. Ma lo farà davvero o si tratta semplicemente di esternazioni entusiastiche dopo la seconda condanna evitata?

What’s next, cosa accadrà, è l’interrogativo che ricorre adesso sui media americani. Difficile dirlo con certezza, Trump ci ha abituato d’altronde all’imprevedibilità delle sue mosse, alla dichiarazioni contradditorie, alle invettive infuocate scontratesi poi con i fatti. Possiamo però analizzare brevemente la situazione attuale cercando di capire quante possibilità vi sono realmente di un ritorno in “grande stile” di Trump.

I malumori del Partito Repubblicano

Lindsey Graham, senatore repubblicano e stretto alleato del tycoon si dice sicuro: “Donald Trump è già pronto ad entrare in campagna elettorale, a ricostruire il partito repubblicano e io sono pronto a lavorare con lui. Trump è il membro più energico del partito”. Quella dell’ex presidente Usa è “la forza più potente” e “il movimento Trump è in piena forma”, dice Graham. Affermazioni che non piacciono però ad altri esponenti repubblicani, che vorrebbero Trump fuori dai giochi per sempre. Il Partito Repubblicano è spaccato e un ritorno di Trump potrebbe generare una scissione drammatica anche per l’elettorato conservatore. E’ piuttosto difficile dunque che il tycoon trovi adesso il sostegno del partito che non lo ha mai amato fino in fondo. Per il ghota repubblicano è troppo scomodo.

Le inchieste che Trump dovrà affrontare

C’è poi la questione social, tutto tranne che trascurabile. Trump ha costruito e via via aumentato un patrimonio di consenso proprio grazie ai suoi tweet. Ora si ritrova senza un’arma decisiva che gli ha consentito di scompaginare la politica americana.
Non solo, dovrà pure affrontare una serie di inchieste pendenti. Da quella di Washington sull’assalto al Congresso, a quella in Georgia sulle presunte pressioni per ribaltare il voto. Passando per quella forse più critica che si basa su un’indagine della procura di New York sui suoi conti. Il district attorney, Cyrus Vance, sta oltretutto indagando sui prestiti ottenuti da Trump per quattro delle sue proprietà più celebri. Tra queste compare anche la Trump Tower. Una patata bollente dietro l’altra, che non pongono certo l’ex presidente Usa in una buona posizione per iniziare adesso una campagna elettorale lunga quattro anni.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. “What’s next…Trump ci ha abituato d’altronde all’imprevedibilità delle sue mosse…”
    Appunto non verrà a dirle ai media americani o a quelli cui fanno riferimento i media italiani e non italiani,anzi darà probabilmente loro ad intendere “le mosse che non farà”

  2. Insomma il solito stratagemma targato sinistra. Quando non lo batti alle urne, usa i giudici. Trump, prima ora e sempre MAGA2024

Commenta