Quando il bagno di casa presenta i segni del tempo è possibile rinnovarlo velocemente e senza troppa spesa. Remail è una storica azienda di Torino, specializzata nella Trasformazione Vasca in Doccia. In cosa consiste? Scopriamolo.

Se non vuoi rifare completamente il bagno ma cambiare solo la vasca con un nuovissimo box doccia Remail è la soluzione giusta per te.

La trasformazione da vasca in doccia richiede una sola giornata di lavoro, ma prima di iniziare, è necessario il sopralluogo di un tecnico Remail che prende le misure e definisce bene con te tutti i passaggi necessari alla realizzazione della nuova cabina doccia.

Remail, un’azienda italiana con oltre 40 anni di storia

Remail inizia ad affermarsi per il servizio rismaltatura delle vasche da bagno. È il 1979 e le docce sono ancora poche nei bagni di casa perché la vasca serviva anche per lavare il bucato.

Quando la trasformazione vasca in doccia incomincia ad affermarsi Remail è tra i primi a operare nel settore. Forte della sua esperienza, l’Azienda inizia a produrre il necessario per cambiare la vasca in doccia e a specializzarsi nella trasformazione veloce, investendo tempo e denaro su squadre di operai ben preparati.

Prende così piede una vera e propria attività imprenditoriale, che ad oggi conta numeri importanti di dipendenti, installatori/collaboratori e realizzazioni fatte in tutta Italia.

Punti di forza sono la serietà e il lavoro eseguito a regola d’arte. Remail non vende la doccia, ma il servizio completo, costituito da tutti i passaggi necessari per ristrutturare il bagno.

Innanzi tutto occorre demolire e poi smaltire le macerie secondo le norme previste dalla legge, ricostruire il massetto e allacciare l’impianto alle rete fognaria o, eventualmente, intervenire sull’impianto idraulico. Quindi si installa il nuovo piatto doccia su misura e si completa con il box doccia preferito.

Remail garantisce la trasformazione Vasca in Doccia in una sola giornata, al termine della quale rilascia la dichiarazione di conformità.

Box doccia Remail

Remail realizza box doccia interamente in Italia e utilizza materiali di gran pregio, che garantiscono lunga vita al prodotto e manutenzione semplice.

I profili delle cabine doccia sono in alluminio nei colori argento satinato, argento cromo lucido, laccato bianco lucido e nero.

L’alluminio è un materiale leggero, facile da lavorare ma estremamente robusto. È la scelta ideale per i box doccia perché è resistente alla corrosione e non forma muffe.

I cristalli temperati o vetri di sicurezza hanno lo spessore di 6 mm e possono avere la finitura trasparente, fumè o a buccia d’arancia. I trattamenti permettono al vetro di conservare la sua naturale bellezza nel tempo; è comunque consigliato, in particolar modo dove l’acqua è particolarmente dura, passare un anticalcare per evitare formazioni difficili da mandare via.

La rimozione della vecchia vasca da bagno comporta la demolizione della stessa e anche quella delle piastrelle che la incorniciano. In fase di ricostruzione, l’interno della doccia viene eseguito in grès porcellanato. Si tratta di piastrelle con nuance che si adattano a qualsiasi tipologia di bagno, dal classico al moderno. Hanno spessore 10 mm e sono resistenti agli attacchi chimici (come solventi, disinfettanti e detergenti), robuste contro graffi e all’abrasione profonda, mantenendo intatte le loro proprietà anche dopo un uso intensivo e a pulizie frequenti. La superficie in gres porcellanato, inoltre, evita la formazione di muffe e insorgenza di virus e batteri e, essendo priva di pigmenti organici, resiste perfettamente ai raggi UV.

Infine, i piatti doccia Remail completano la trasformazione vasca in doccia conferendo al tutto un aspetto molto elegante. Sono in materiale sintetico, antiscivolo e di spessore minimo, adatti perciò ad essere installati anche a filo pavimento.

È possibile scegliere tra piatti doccia in marmoresina con texture simile alla pietra naturale in più colori o in acrilico sanitario, con finitura nera o bianca.

Trasformare la vasca in doccia è molto conveniente: ancora per tutto il 2023 è possibile avere lo sconto in fattura del 75%, grazie al Bonus abbattimento barriere architettoniche, oppure nel caso in cui per passare da vasca in doccia rientra in un progetto più ampio, come ad esempio la ristrutturazione totale del bagno, la detrazione del 50% o, in alternativa, lo sconto del 50% direttamente in fattura, grazie al bonus ristrutturazione. 

La pratica per usufruire dei bonus statali viene fatta direttamente in sede. Lo sconto in fattura vi permette di pagare cioè che resta (il 25% o il 50%) in comode rate mensili. Per maggiori informazioni contattare l’azienda.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta