Il Primato Nazionale mensile in edicola

Tutti conoscono il Black Friday o, perlomeno, ne hanno sentito parlare. Il fenomeno è conosciuto soprattutto per i grandi saldi che le compagnie online offrono durante la stagione invernale, con sconti che toccano il 70% con facilità. 



Per le persone, questo periodo è un’ottima opportunità per acquistare prodotti a prezzi convenienti e fare scorta per il resto dell’anno, anche in vista dei regali di Natale. 

Come nasce?

La storia del Black Friday è curiosa. “Black Friday”, infatti, indica il venerdì dopo la festa del Giorno del Ringraziamento (molto sentita negli USA), che si celebra il quarto giovedì di novembre. Negli anni ’50 viene usato con significato negativo, evolvendosi però nel tempo.

Verso gli anni ’80 prende piede il termine come lo intendiamo noi. Ha origine a Filadelfia, qualche anno prima, dopo che il giornale americano “The New York Times” descrisse così il traffico causato dallo shopping natalizio. L’espressione è diventata più di largo uso, e solo negli anni 2000 è arrivata anche in Italia.

La prima volta che il Black Friday sbarca online

Il Black Friday diventa conosciuto in tutto il mondo soprattutto per Amazon, che ha spinto a sua volta compagnie di e-commerce come Ebay, Etsy, Alibaba e altri ancora ad offrire i super sconti su tanti prodotti. In particolare per Amazon, le iniziative sono state un vero successo durante i tempi di pandemia, non senza polemiche da parte di altri enti economici. 

Basti pensare che Amazon ha guadagnato circa il 19,1% della quota di mercato degli e-commerce durante il Black Friday 2020, in netto aumento rispetto al Black Friday 2019 dove si aggirava attorno l’11,7%. Significa che nel 2020 Amazon ha venduto circa 1/5 dei prodotti acquistati online. 

Scopri altri dati sul Black Friday 2020 in America qui.

Una tendenza comunque affermata

Amazon non è affatto l’unica. Anche grandi rivenditori conosciuti in Italia hanno spinto sulle offerte online, venendo incontro alle tante persone che ordinavano prodotti direttamente a domicilio

Black Friday e sconti

Iniziative come il Black Friday Mediaworld non sono state le uniche del settore tecnologico. Anche Unieuro ed Euronics hanno lanciato le loro offerte per il Black Friday, totalizzando dei guadagni niente male e contribuendo a rendere valido questo fenomeno, ora più che mai. 

L’online ha saputo dare ai negozianti digitali l’opportunità di consegnare centinaia di prodotti direttamente nelle case dei clienti. Inoltre, le persone possono godere di una consegna rapida direttamente nelle loro case. 

Per quanto riguarda gli sconti, va detto che gli e-commerce possono ridurre i costi dei prodotti venduti perché la loro catena distributiva è organizzata diversamente. Il prodotto passa direttamente dal rivenditore al consumatore. L’unico intermediario è, a volte, il corriere che consegna a domicilio ciò che gli utenti hanno comprato. Tutto ciò riduce di tanto i costi e diventa chiaro che, per un negozio fisico, c’è già uno svantaggio in partenza. 

Verso una probabile integrazione 

La tendenza dell’online non dovrebbe comunque riuscire a sostituire completamente l’esperienza di acquisto fisico. Andare di persona ad acquistare un prodotto è un’attività socialmente radicata e che costituisce anche un’attività economica di base

Come per ogni epoca storica, tuttavia, le innovazioni tecnologiche presuppongono nuove strategie di business per poter sopravvivere in un mondo globalmente interconnesso. Cambiano i bisogni e le modalità di fruizione di prodotti e servizi, come l’intrattenimento offerto dallo streaming. 

Ciò che è certo finora è che il Black Friday ha funzionato ed è entrato nella cultura delle persone, che attendono il giorno degli sconti superiori al 50% per acquistare qualcosa di piacevole.

Qualche dato è utile per capire bene: nel 2020, le vendite durante il Black Friday sono aumentate del 139% in tutto il mondo! Le offerte, ormai, si estendono a tutto il mese di novembre, e solo nelle prime 3 settimane del mese si registra un aumento del 18%.
I settori con più offerte sono quello tecnologico e dell’abbigliamento. Zara, Zalando, H&M, Mediaworld, Euronics, e altri ancora offrono anche ad iniziative originali ed entusiasmanti, come gli sconti misteriosi da cogliere al volo nel giro di poco tempo (a volte anche ore). Inoltre, si fa sempre più strada l’ipotesi di sconti interattivi tutti da scoprire.  

Chissà cosa ci riserverà il futuro. Possiamo dire con certezza che sarà certamente entusiasmante!



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta