Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 nov – Come era prevedibile, la Campania sta per passare da zona gialla a zona rossa, ossia quella con più alto rischio sul fronte dell’epidemia. I dati forniti dalle regioni sono compatibili infatti con l’attribuzione delle restrizioni e del lockdown. Stesso quadro anche per la Toscana. A rivelarlo sono fonti della cabina di regia-Iss sul monitoraggio dei contagi dal 2 all’8 novembre, secondo il quale poi Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche potrebbero passare da gialle ad arancioni. I dati sono al momento al vaglio del Comitato tecnico scientifico.

La nuova mappa dell’Italia: salgono a 7 le regioni rosse

Se gli esperti dovessero confermare quanto anticipato, le zone rosse salgono a 7: oltre alle new entry Toscana e Campania (con un tasso di aumento dei contagi simile alle zone rosse), ci sono Calabria, Lombardia, Piemonte, Provincia di Bolzano e Val d’Aosta. Le regioni in zona arancione salirebbero a 9 con Emilia-Romagna, Friuli e Marche che si uniscono ad Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia e Umbria. Resterebbero gialle soltanto 5 regioni: Lazio, Molise, Trento, Sardegna e Veneto. In base al Dpcm in vigore fino al 3 dicembre, il ministro della Salute Roberto Speranza, dopo aver sentito i governatori dovrebbe firmare l’ordinanza con i nuovi provvedimenti.

Scende l’indice Rt nazionale

La buona notizia è che in base al monitoraggio, l’indice Rt medio nazionale, ossia il fattore di replicazione del coronavirus, è sceso sotto la soglia critica dell’1,5. Era a 1,71 in base ai dati della settimana dal 26 ottobre al 1 novembre, adesso è sceso a 1,43. In molte regioni però la situazione, tenendo conto non solo dell’Rt ma anche dei 21 indicatori utilizzati dalla cabina di regia, sarebbe in peggioramento. Questo spiega l’ulteriore stretta in arrivo.

Insomma, tutto procede verso un lockdown nazionale per il periodo natalizio, che poi è quello che forse il governo giallofucsia ha deciso da tempo, se confortato come dire dai dati sui contagi.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

Commenta