Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 15 set – Il governo mette la fiducia sul decreto Green pass al Senato e la Lega rassicura la maggioranza: “Voteremo sì“. A dare la notizia del voto di fiducia il ministro per i rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà. L’Aula di Palazzo Madama dunque si esprimerà sul testo approvato dalla Camera. La presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati ha convocato la Conferenza dei capigruppo per stabilire i tempi di discussione e voto.



Dl Green pass, governo mette la fiducia al Senato. Lega: “Voteremo sì”

Dal canto suo, la Lega chiarisce che voterà sì alla fiducia al decreto green pass. “In tutti i partiti ci sono sensibilità diverse. La Lega nei fatti ha votato a favore in Consiglio dei ministri e alla Camera e oggi voterà la fiducia al decreto. Poi è giusto e corretto dare spazio in Parlamento a posizione diverse. E’ meglio discuterli qua in Aula che nelle
piazze, evitando che qualcuno possa strumentalizzare”. Così il capogruppo della Lega Massimiliano Romeo intervenendo nella discussione generale sul decreto sul green
pass al Senato. Romeo ha invitato a “non esasperare i toni” del dibattito e a puntare più a “educare e convincere” sui vaccini “che a obbligare”. Il decreto in questione è il primo step verso una ulteriore estensione dell’obbligo di green pass.

Gelmini conferma: “Green pass per tutti i lavoratori”

Intanto il governo accelera sull’obbligo del green pass per tutti i lavoratori. “Si va verso l’obbligo non solo per il pubblico, ma anche per il settore privato“. Lo conferma anche il ministro per gli Affari regionali Mariastella Gelmini. Il premier Mario Draghi ha convocato i sindacati a Palazzo Chigi oggi alle 16.30 proprio per trovare la quadra sull’obbligo del green pass per i lavoratori del settore privato. La Lega però frena: Salvini è contrario a estenderlo a chiunque lavori. Staremo a vedere.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Salvini sta dimostrando di essere il pagliaccio che è, la lega mai così distante dagli elettori, dopo questo il vaso è veramente traboccato, non lo avrei votato comunque, ma questo fa crollare la poca fiducia che avevo.

Commenta