Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 lug – “Basta invasione, il governo ci ascolti: blocco navale subito“. Il centrodestra lancia l’allarme sbarchi e chiede all’esecutivo giallofucsia di proteggere l’Italia dai rischi di nuovi focolai di coronavirus portati dai clandestini positivi. Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia sono compatti nell’accusare il governo Conte di aver creato una nuova emergenza sanitaria e di essere complice dei criminali, perché favorisce gli sbarchi degli scafisti.

Meloni: “Governo ci ascolti e fermi subito gli sbarchi”

Dopo che Matteo Salvini ha accusato i giallofucsia di aver triplicato gli sbarchi e di essere succubi della Ue visto che di ricollocamenti non v’è più alcuna traccia, anche gli altri alleati puntano il dito contro il governo Conte. “Continuano gli sbarchi e si moltiplicano le fughe di migranti dai centri di accoglienza italiani. Da Taranto a Caltanissetta, solo per citare alcuni degli ultimi casi. Non possiamo permetterci altre crisi nella crisi e di impiegare tempo e risorse nella ricerca di fuggitivi che arrivano in Italia e violano persino la quarantena. Ora basta, il governo ascolti Fratelli d’Italia e fermi subito gli sbarchi“. Così la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni su Facebook.

“Lampedusa deve tornare ad essere meta turistica e non più il centro di accoglienza e smistamento di migliaia di immigrati clandestini che tutti i giorni arrivano indisturbati in Italia per colpa di un governo complice e incapace. Cittadini e imprenditori dell’isola sono allo stremo delle forze, occorre agire subito. Anziché pensare di cancellare i decreti Sicurezza, i ministri Lamorgese e Speranza, si impegnino per fermare una emergenza che è prima di tutto sanitaria con decine di immigrati che fuggono dai centri di accoglienza di tutta Italia. FdI dice basta al finto buonismo tanto caro a sinistra. Fermiamo le partenze, le morti in mare e gli sbarchi incontrollati. Blocco navale subito“, si aggiunge alla Meloni la deputata Carolina Varchi.

Forza Italia: “Caporetto dell’immigrazione, siamo l’unica meta degli scafisti”

“Il governo teme che la Tunisia diventi l’Albania degli anni Novanta, con il rischio di un nuovo flusso ingestibile di migranti verso l’Italia, ma la sua politica di sanatorie e accoglienza indiscriminate è la causa principale dell’emergenza in atto“, è l’accusa della presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.
“Gli sbarchi si moltiplicano, ma i militari vengono mandati a controllare le mascherine sulle spiagge mentre le forze dell’ordine non dispongono di uomini e mezzi sufficienti per recuperare i migranti fuggiti dai centri di accoglienza, origine di nuovi focolai Covid. Le regioni del sud sono in allarme, ma anche la frontiera di Ventimiglia e quella friulana sono tornate sotto assedio. Con questo governo, l’Italia è tornata ad essere l’unica meta degli scafisti, e in questa situazione la missione della ministra Lamorgese a Tunisi rischia di fallire in partenza”, conclude la Bernini.

Siamo di fronte a una nuova Caporetto dell’immigrazione. Centinaia di clandestini fuggono dai centri della Sicilia per un mancato impegno dello Stato. Gli sbarchi si susseguono a raffica. Nelle ultime ore Malta, secondo le sue tradizioni, non soccorre nessuno e lascia che i clandestini vadano verso l’Italia. Il governo è latitante. Il governo è assente. Il governo è traditore della Sicilia, del Mezzogiorno e dell’Italia. Il governo favorisce i clandestini. Il governo piega la testa. Il governo si arrende. Il governo non va aiutato. Il governo va cacciato. Lo scostamento da attuare è quello del governo. Certa gente va ‘scostata’ dai palazzi del potere dai quali crea solo danni agli italiani“, si aggiunge il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.

“Governo svenduto alla volontà dell’Europa”

“I continui sbarchi in Italia minano fortemente la nostra sicurezza nazionale e rappresentano un’autentica bomba sociale e sanitaria pronta a esplodere. Eppure, nonostante la grave situazione di allarme, il governo continua ad accogliere indiscriminatamente chiunque tocchi le nostre coste. Un comportamento a dir poco sospetto e che insinua nella coscienza collettiva la sensazione di un esecutivo svenduto alla volontà dell’Europa, in una sorta di accordo sottobanco che, in cambio del sì al Recovery fund, prevede da parte dell’Italia di dare accoglienza ai migranti”, è la pesante accusa della senatrice di FI Fiammetta Modena. “Ci auguriamo che ovviamente il governo smentisca con i fatti questa teoria del do ut des e che intervenga immediatamente a bloccare i nuovi arrivi, evitando così al nostro Paese di vivere una nuova gravissima emergenza”, conclude.

Adolfo Spezzaferro

3 Commenti

  1. “In cambio del sì al Recovery fund, prevede da parte dell’Italia di dare accoglienza ai migranti”
    É una battuta? Stiamo parlando dello stesso Recovery Fund? Quella sorta di Mes rafforzato? Lo stesso che Munchau ha definito – considerando le condizionalità – più repressivo della Troika?
    Questo è un Paese allo sbando…

  2. Che ne arrivassero a milioni ed invadessero il vaticano e la casa della boldrini in fondo sono brava gente e anche povera

Commenta