Il Primato Nazionale mensile in edicola
Venezia, 24 set – Con 10.743 preferenze personali (oltre ai voti annullati perché espressi in liste diverse da quella di Fratelli d’Italia) Elena Donazzan è l’eletta donna più votata del nuovo Consiglio regionale del Veneto. “Tante donne mi hanno concesso il loro voto: tantissime signore hanno riconosciuto in me una figura politica femminile credibile” ha dichiarato la neo rieletta consigliere regionale. “Credo molte delle 10.743 preferenze che ho ricevuto arrivino proprio dalle donne”.

Centrodestra: Donazzan primatista di preferenze a Vicenza

Elena Donazzan non è solo la donna più votata in assoluto, ma anche il candidato di centrodestra più votato nel collegio di Vicenza. “Alcune di queste donne posso riconoscerle, perché si sono palesate con il sorriso ai mercati e nelle varie iniziative elettorali, con commenti di stima sui social o fermandomi in queste ore post voto. Le potrei raccontare: sono insegnanti che si sono sentite da me difese e tutelate, magari nonostante simpatie politiche diverse”.

Per la Donazzan un consenso trasversale

Insomma la Donazzan racconta di un consenso capace anche di farsi trasversale grazie al fatto di essere risultata una figura femminile “credibile”. Senza scivolare nel femminismo però, ci tiene a precisare il consigliere di Fratelli d’Italia. “Sono mamme e nonne consapevoli dell’impegno civico nel voto e dell’importanza di informarsi prima di recarsi alle urne, preoccupate per il futuro dell’Italia e del lavoro dei propri figli e nipoti. Sono infine imprenditrici dell’artigianato, del commercio e dell’industria, che hanno voluto dare più forza ad una donna in politica impegnata proprio su questi temi. Non mi era mai capitato finora di riconoscere chiaramente un voto al femminile, ma una personale maturazione mi ha convinta – senza mai scivolare nel femminismo – a parlare di più e meglio alle donne nella società”.
Davide Romano

Commenta