Il Primato Nazionale mensile in edicola

ImmigratiRoma, 15 dic – Una risorsa è una risorsa. Ma se una cosa non è una risorsa allora è, da dizionario dei sinonimi e contrari, “svantaggio, danno, perdita”. Quindi delle due l’una: o una cosa è una risorsa o non lo è, e se non lo è dobbiamo dedurre che si tratti di un danno.



Prendiamo per esempio l’immigrazione. Ci hanno spiegato in lungo e largo che si trattava di un’opportunità incredibile: milioni di persone che premono alle nostre frontiere con il solo scopo di arricchirci. Culturalmente ed economicamente.

Black Brain

Ora si scopre che non è vero, ma nessuno finisce per ammettere che si tratti allora di una fregatura. No, si dice che “non è un’opportunità, ma potrebbe esserlo”.

L’ultimo rapporto dell’Ocse non lascia dubbi: l’Italia è uno dei pochi Paesi (assieme a Irlanda, Giappone e Messico) nei quali la percentuale di migranti altamente istruiti si è abbassata. Meno del 10% ha un’istruzione universitaria mentre una percentuale relativamente elevata ha un livello di istruzione inferiore alla scuola secondaria superiore. La percentuale dei laureati tra gli immigrati che risiedono in Italia da più di 5 anni è identica a quella degli arrivi recenti. Secondo Stefano Scarpetta, responsabile Ocse per il mercato del lavoro, “i numeri dimostrano quanto l’Italia sia poco attrattiva per lavoratori stranieri a qualificazione medio-alta”.

Ora, tutto questo come si traduce in termini concreti, guardando all’impatto che queste persone possono avere sul tessuto sociale italiano? Se ne dovrebbe dedurre che non sono una risorsa. Quindi che sono un danno. L’Espresso, tuttavia, scrive che si tratta di una “opportunità che l’Italia si sta facendo sfuggire”. E sulla sua pagina Facebook, così presenta la ricerca: “L’immigrazione potrebbe essere una risorsa di ‘alto livello’ per il Paese”. Potrebbe esserlo. Quindi ora non lo è. Quindi ci avete sempre mentito quando ci avete detto che lo fosse. Quindi, la lezione di logica di oggi ci dice che l’immigrazione è un danno e che voi siete dei bugiardi.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta