Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 mag – “In un momento in cui le famiglie sul lastrico e le aziende in crisi sono meno importanti di smalti e soubrette, noi scendiamo in piazza”. Così CasaPound Italia annuncia la propria manifestazione nazionale il 29 maggio a Roma. “In un momento in cui ci chiedono di fare ulteriori sacrifici, di rinunciare ai nostri diritti perché siamo dei ‘privilegiati’, noi scendiamo in piazza”, si legge ancora nella nota di Cpi pubblicata su Facebook.

“Lo facciamo rivendicando non solo la libertà e i diritti degli italiani ma anche i doveri di chi non può e non vuole rimanere a guardare mentre si prova a cancellare l’identità e la storia di un’intera Nazione. Lo facciamo portando alto il Tricolore, che affonda le sue origini in un’epopea fatta di sangue e di suolo, per ribadire ancora una volta che c’è un’Italia che non si arrende al fatalismo, che non si piega e non capitola di fronte a Bruxelles e ai camerieri di palazzo”.

CasaPound: “Ecco perché scendiamo in piazza il 29 maggio”

CasaPound non sta dunque a guardare in silenzio ma decide di scendere in piazza, nella capitale d’Italia. “Come paese ci troviamo a dover affrontare, a distanza di un anno, un’emergenza che né l’attuale né il precedente Governo sono stati, o hanno voluto, affrontare – si legge inoltre nella nota del movimento – mentre la crisi economica continua a mietere vittime, dal mondo politico, non arrivano risposte concrete e a pagare, come sempre, sono i cittadini”.

“Per questo motivo, il 29 maggio saremo in piazza a Roma per ribadire a lacchè e camerieri di palazzo che esiste un’Italia che non si rassegna ad accettare supinamente decreti e misure senza senso e che si fonda su sangue, suolo e identità. Che si ricorda della forza delle sue genti, della sua storia e della sua cultura e che da questi pilastri vuole ripartire per tracciare un solco ed essere d’esempio, com’è sempre stata, per tutta Europa”.  Perché “non siamo e non vogliamo essere il paese della pizza e del mandolino: siamo Italiani e scegliamo di credere nella nostra Nazione e di combattere per essa”, conclude la nota di Cpi.

Nella giornata di ieri uno dei rappresentanti di CasaPound, Luca Marsella, ha inoltre annunciato la manifestazione con un apposito video pubblicato sui social.

 

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta