Renzi-LeopoldaRoma, 13 dic – Chi pensa di strumentalizzare la vita delle persone deve fare pace con se stesso, ma chi pensa di strumentalizzare la morte delle persone personalmente mi fa schifo. Le polemiche politiche si fanno a viso aperto”. Alla Leopolda il premier Renzi non ha usato mezzi termini per condannare chi ha posto l’attenzione sul suicidio di Luigino D’Angelo, il pensionato 70enne di Civitavecchia che si è tolto la vita per aver perso 100 mila euro, i risparmi di una vita, investiti nella Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio. In tanti, politici e non solo, vedi Federconsumatori, hanno parlato di “esproprio criminale” e di chiare responsabilità ascrivibili al salva-banche del governo. Riferendosi non soltanto al caso D’Angelo ma in generale a tutti i risparmiatori che si sono visti bruciare improvvisamente i soldi investiti nelle banche salvate dal decreto governativo.

Eppure alla Festa dell’Unità svoltasi a Milano lo scorso settembre sono state proiettate le foto di Aylan, il bambino siriano di tre anni trovato morto sulla spiaggia di Bodrum in Turchia, mentre Renzi pronunciava queste parole: “C’è un livello di umanità sotto il quale non bisognerebbe scendere, arrivando a strumentalizzare anche la vita. Non serve il Pd contro la destra, ci sono gli umani contro le bestie. Ma non ci rendiamo conto cosa comporta essere umani?”


Evidentemente Renzi ha un concetto di umanità tutto suo, perché chiunque non appartenga alla sua parte politica non può parlare di responsabilità per la morte di un uomo mentre lui può farlo anche utilizzando le foto più crude. Dalla ponderazione della tragedia greca siamo passati quindi alla speculazione arbitraria e unilaterale, con punte di squallore politicante, sui morti? Ce lo spieghi adesso l’ex sindaco di Firenze.

Eugenio Palazzini

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. La coerenza non è roba sua ….del resto tranne a chi usa i paraocchi ed i paraorecchie ormai è chiaro il suo disinteresse per l Italia ed il suo popolo abbandonato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here