Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 7 giu – Marcello De Vito ufficializza il suo ingresso in Forza Italia. Presidente dell’Aula Giulio Cesare e nel 2015 persino candidato sindaco a Roma per il Movimento Cinque Stelle, ha abbandonato con polemiche il suo “movimento”.

Sangue di Enea Ritter

De Vito: “M5S, troppe capriole ideologiche”

Nella conferenza stampa spalla a spalla con Maurizio Gasparri e Antonio Tajani, De Vito ne approfitta per attaccare i suoi ex sodali: “Ho lasciato il Movimento 5 stelle perchè non ho più retto alle mille capriole ideologiche. A partire dall’annuncio che non sarebbero mai andati col PD, contraddetto pochi giorni dopo”. “A loro auguro lavoro nel campo progressista, buon PD e buona alleanza con Zingaretti in Regione” commenta poi.

Black Brain

Gasparri: “Torniamo in Campidoglio”

Per il senatore Maurizio Gasparri, senatore e commissario romano di Forza Italia, l’arrivo di De Vito rappresenta “un fatto molto positivo” anche perchè consente agli Azzurri di “ricostruire la nostra presenza nel consiglio comunale e questo dimostra la vitalità del nostro partito”. Forza Italia, infatti, a Roma è rimasta senza consiglieri dopo l’addio nel 2020 di Davide Bordoni. Adesso può rifare il suo ingresso “trionfalmente”.

“Pensavo di smettere, ma …”

“Ho valutato se smettere di fare politica”  detto De Vito nella medesima conferenza stampa. Ma poi ha deciso “di mettere a frutto l’esperienza accumulata in questi anni all’interno dell’amministrazione”. La decisione di non mollare gli sarebbe stata “chiesta anche da attivisti e portavoce”. E riguardo all’ingresso in Forza Italia che a qualcuno potrebbe sembrare incoerente, De Vito dice: “mi sono rivolto a quell’area politica che ha sempre rappresentato le mie idee, la mia cultura, anche prima che entrassi in politica”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta