Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 nov – Dopo che la notizia girava da qualche settimana, è cominciato questa mattina all’alba lo sgombero di Baobab Experience, la struttura che a Roma, in piazzale Maslax, nei pressi della stazione Tiburtina, ospita centinaia di immigrati, moltissimi irregolari e mai censiti.
Su Twitter il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha così commentato l’operazione: “In corso lo sgombero di Baobab a Roma. Zone franche, senza Stato e legalità, non sono più tollerate. L’avevamo promesso, lo stiamo facendo. E non è finita qui. Dalle parole ai fatti”.
Sul posto sono presenti mezzi blindati della polizia e operatori del dipartimento Politiche Sociali del Campidoglio. E mentre le operazioni di sgombero vanno avanti, gli attivisti denunciano che “Sono più di 100 le persone che ancora dormono in strada, non prese in carico dal Comune”. 
Nei giorni scorsi, l’assessore alle Politiche sociali Laura Baldassarre si era recata al campo di piazzale Maslax, assicurando che il Comune di Roma aveva trovato almeno 120 posti letto per la ricollocazione degli immigrati che vivono al Baobab. E mentre le operazioni di sgombero vanno avanti, gli attivisti denunciano che “Sono più di 100 le persone che ancora dormono in strada, non prese in carico dal Comune”. Questa mattina sui social gli attivisti hanno inoltre lanciato un appello: “Il presidio è circondato da blindati, hanno chiuso i cancelli e non consentono a nessuno di entrare o uscire dall’area. Raggiungeteci”, hanno scritto su facebook. A bordo di un paio di pullman, gli immigrati, al momento una sessantina, vengono portati al centro di identificazione della Questura in via Patini.
Nella tendopoli la tensione è moto alta. Non è la prima volta che Baobab viene sgomberato. Come ha spiegato il coordinatore di Baobab Experience, Andrea Costa, quello di oggi è il “22esimo sgombero di questo campo, ma temo che questa volta sia la chiusura definitiva”. Al temine delle operazioni di sgombero, verranno rimosse le tende e l’area sarà bonificata.
Anna Pedri
 
 

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

Commenta