Roma, 30 ago – Silvio Berlusconi accusa Matteo Salvini di aver consegnato il Paese alla sinistra. “Il fatto che la Lega abbia proposto di risuscitare l’esperienza gialloverde rappresenta per noi un problema politico molto serio, su cui tutti gli elettori di centrodestra devono riflettere seriamente perchè così si è consegnato il Paese alla sinistra“. Così il leader di Forza Italia al termine dell’incontro con il premier incaricato Giuseppe Conte nell’ambito delle consultazioni per il governo M5S-Pd.  “Dopo il fallimento del governo siamo convinti che le maggioranze per essere garanzia di efficienza e stabilità si devono formare prima del voto da forze politiche omogenee e valoriali. Sarebbe stato assolutamente meglio ridare la parola agli italiani“, spiega l’ex premier accompagnato dalle due capogruppo alla Camera e al Senato Maria Stella Gelmini e Anna Maria Bernini e dal suo vice Antonio Tajani.

“Operazione Conte bis fragile e inadatta per Paese”

Faremo una opposizione ferma, coerente, senza sconti ma composta. La condurremo innanzitutto in Parlamento ma saremo pronti a mobilitarci se aumenteranno l’oppressione giudiziaria o la pressione fiscale mettendo le mani nelle tasche degli italiani”. E’ l’avvertimento che Berlusconi, disposto anche lui ad invocare alla bisogna la piazza. “A Conte abbiamo sottoposto le nostre priorità programmatiche a partire dall’emergenza terremoto. il ritardo accumulato non è da Paesi civili. Il futuro governo, se nascerà, ha il dovere morale di dare risposte concrete alle popolazioni colpite”, sottolinea. Ma per il leader degli azzurri l’operazione che porta al Conte bis è “fragile e inadatta a risolvere i problemi del Paese”.

Il centrodestra secondo il Cav


Infine Berlusconi sottolinea l’importanza di ricostruire il centrodestra, rilanciandolo e rinforzandolo, per il bene del Paese. “Abbiamo fatto del centrodestra la nostra collocazione naturale, la casa politica, una coalizione che ha messo al centro la difesa della persona e della famiglia. Oggi dobbiamo ricostruire e rilanciare il centrodestra, in cui aveva la piena cittadinanza la destra democratica, non quella della destra di oggi di sovranisti e populisti. Solo Forza Italia puo essere il centro pensante di questa rinascita”.

Insomma, il messaggio per Lega e Fratelli d’Italia è chiaro: Forza Italia deve essere il perno di un eventuale nuovo centrodestra. Un’offerta che messa così – consensi alla mano – non appare proprio allettante per Salvini, che guida il primo partito del Paese. E forse neanche per la Meloni, che alla testa di FdI potrebbe compiere lo storico sorpasso di FI.

Adolfo Spezzaferro

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here