Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 17 ago –  Non si fermano gli sbarchi e il governo giallofucsia non sa che pesci pigliare sul fronte dei ricollocamenti dei clandestini. A Lampedusa nel fine settimana sono sbarcati altri 728 immigrati irregolari – a cui si aggiungono altri 200 circa di oggi – e il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese va in Tunisia con il collega agli Esteri Luigi Di Maio per cercare di frenare le partenze di clandestini, ma l’esecutivo Conte ha già fallito sul fronte dell’accordo di Malta. “Mentre gli sbarchi non si fermano e il ministro Lamorgese annuncia modifiche ai Decreti sicurezza per destinare ‘risorse ingenti’ all’accoglienza, si svela un altro bluff del governo“, fa presente Matteo Salvini.

Salvini: “Nessuna ricollocazione automatica, lo ammette pure Crimi”

“A settembre Conte e Lamorgese avevano annunciato l‘accordo di Malta per la ricollocazione automatica in alcuni Paesi dell’Ue, ma ora il viceministro Vito Crimi ammette che non è così, tanto che gli altri governi europei mandano ancora le loro delegazioni nei centri di accoglienza italiani per intervistare gli immigrati e decidere il da farsi”, è la denuncia del leader della Lega. “Nessuna accelerazione, nessun cambiamento, nessuna redistribuzione automatica. E mentre nel 2020 sono sbarcate più di 15mila persone, il Viminale si vanta di averne ricollocate 878. Incapaci e pericolosi”, attacca Salvini in merito alla risposta di Crimi a un’interrogazione della Lega circa la presenza della delegazione del governo francese nel Cara di Bari.

Hot spot di Lampedusa sovraccarico e arrivano nuove richieste di sbarco

Sul fronte degli sbarchi, arriva l’ennesima richiesta di Alarm Phone. Circa 150 clandestini “chiedono di sbarcare sulle coste di Malta e Italia“. E anche in questo caso, vista la reazione del governo della Valletta – che secondo l’organizzazione umanitaria al servizio degli immigrazionisti non solo non intende intervenire ma vuole scoraggiare i salvataggi in mare da parte delle navi commerciali -, alla fine gli immigrati quasi sicuramente finiranno per arrivare in Italia. Il tutto mentre l’hot spot di Lampedusa è sovraffollato e il governo non sa fare altro che smistare i clandestini, andando a sovraccaricare gli altri centri di accoglienza.

Adolfo Spezzaferro

2 Commenti

  1. Malta fa bene, non fa che salvaguardare i propri interessi statali e nazionali, come sempre è l’Italia che vuole suicidarsi accogliendo tutta la melma che arriva dal nord Africa! CLASSE POLITICA BANDA DI CRIIMINALI ANTIBAZIONALI !!

Commenta