Roma, 21 feb – Nuove grane in arrivo per il governo Lega-M5S sul caso Diciotti. Uno studio legale infatti ha presentato un ricorso d’urgenza al Tribunale civile di Roma per chiedere un risarcimento danni per 41 immigrati per essere stati privati della libertà personale.

Questo quando erano appunto a bordo della nave della Guardia costiera, bloccata nell’agosto scorso per dieci giorni nel porto di Catania su disposizione del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

La richiesta di risarcimento è stata presentata da uno studio legale romano che rappresenta 41 eritrei che, dopo essersi allontanati dalle comunità in cui erano stati accolti, si sono rifugiati al centro Baobab Expierence della Capitale. Tra loro il figlio minore di una coppia.
Sulla minore età però esistono dubbi, visto che come dichiarò in occasione dello sbarco a Catania, il procuratore di Siracusa Fabio Scavone i minori a bordo “riportano tutti come data di nascita o 1 gennaio o solo l’anno di nascita, quindi il 2002“.

I ricorrenti chiedono al premier Giuseppe Conte e al vicepremier Salvini, una cifra a titolo di risarcimento che oscilla tra i 42 mila e i 71 mila euro.

Ludovica Colli

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

6 Commenti

  1. Questa cosa, come il 99%delle cazzate di sinistra immigrazione e gender, fa ridere e incazzare le persone che con le loro tasse e spesso a loro insaputa mantengono questi pingui negretti assistiti dai sinistroidi infami che dal 1945 non sono mai cambiati.

  2. Queste cazzate vergognose possono avvenire solamente in un paese sotto dittatura comunista , una casta burocrate parassita che ci opprime e permette a negroidi analfabeti di chiedere risarcimenti a ministri che difendono il territorio nazionale da una invasione premeditata ed organizzata………l’universo comunistoide è composto da politicanti nullafacenti che desiderano la fine del tessuto sociale Italiano………. è un atto ignobile ed infame.

  3. Osano anche pretendere? Sostenuti dai soliti personaggi! Io non campo con la pensione minima e assisto una nipote disabile vittima di un incidente provocato da uno di questi maledetti! E il colpevole è risultato impunibile in quanto sotto protezione dello stato… Che vita!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here