Il Primato Nazionale mensile in edicola

Salerno, 15 set – “Non possiamo pretendere che un africano sappia che in Italia, su una spiaggia, non si può violentare; probabilmente lui non conosce questa regola”. Follia? Si, ma non solo. Queste parole in merito agli africani e agli stupri sono state davvero pronunciate da un avvocato italiano, membro del Comitato Pari Opportunità Corte d’Appello di Salerno.



Carmen Di Genio, questo il nome dell’avvocato, le ha pronunciate a margine del convegno nazionale sulla sicurezza e legalità, organizzato dall’Associazione Street Kali, dalla Federazione Italiana Krav Maga e da Servizi Sicurezza Italia. Partendo da alcune riflessioni sullo stato di diritti, in cui la Di Genio afferma che il rispetto delle regole è fondamentale da parte di tutti, che il flusso di immigrati che entrano in Italia va regolamentato, e che il rischio terrorismo è cosa concreta anche a casa nostra e che la prevenzione passa dall’educazione alle regole di chi viene nel nostro Paese, la Di Genio dice che o gli immigrati si aiutano a casa loro oppure se si fanno entrare vanno integrati e istruiti sulle nostre regole.

Ma l’avvocato Di Genio si spinge anche oltre e arriva a dire che sostanzialmente non è colpa degli immigrati se essi stuprano. Semplicemente perché loro non sanno che la cosa non si può fare da noi. Come se fosse normale che un uomo, in qualunque parte del mondo eccetto l’Italia, possa pensare che violentare una donna è cosa normale.

Parole che hanno dell’incredibile e che non possono non sconcertare quanti le ascoltano. Anche se i presenti al convegno all’udire lo sproloquio dell’avvocato non hanno battuto ciglio.

A nostro avviso il concetto espresso cela anche una pesante dose di razzismo, poiché la Di Genio sembra essere convinta che in Africa lo stupro sia prassi consentita. Per ascoltare il discorso completo, e le facce compiaciute degli interlocutori, rimandiamo al video dell’intervento, in modo che non si possa dire che la signora è stata travisata.

https://www.youtube.com/watch?v=QtcqQl7S2iQ&feature=youtu.be&app=desktop

La tua mail per essere sempre aggiornato

8 Commenti

  1. quindi -in base a questa bizzarra teoria- se qualcuno volesse stuprare qui da noi una donna africana su una spiaggia,questo pensando che tutto questo non sia vietato non dovrebbe poi denunciare nessuno,giusto ?

    PS ma alla Scuola Radio Elettra hanno inaugurato anche i corsi a fascicoli per corrispondenza di giurisprudenza ?

  2. Ma questa gente ci è o ci fa ???!!!!!
    ma dove li vanno a trovare ???!!!!!
    Se ci fa allora fa veramente schifo e dovrebbe girare minimo con una maschera ma se ci è internarla in manicomio sarebbe anche poco.

  3. questa non é mai stata in Africa e la considera abitata da selvaggi. Con quella frase ha dimostrato di essere un feroce razzista. Andrebbe denunciata per razzismo

  4. In questo nostro sfortunato Paese ci sarebbe da ridere dalla mattina alla sera se non fosse che siamo tutti occupati a piangere di sconcerto e rabbia per le dichiarazioni di certa gente. Mi chiedo se la maggioranza degli italiani condivida queste idiozie.

Commenta